GT italiano
Doppietta Ferrari in gara 1

Doppietta Ferrari in gara 1

From Motorsport Images

A completare il podio l’Audi #14

Siamo a Misano per la prima gara del secondo round del campionato sprint, dopo la gara Endurance di due settimane fa. La Ferrari 488 Evo #18 del team AF Corse, guidata da Fuoco e Hudspeth, è in pole position. Al suo fianco la #25 del team RS Racing guidata da Di Amato. In seconda fila le due Audi ufficiali R8 LMS. La #12 guidata da Ferrari in coppia con Agostini, la #14 invece con Mancinelli e Postiglione.

Ottima partenza delle due Ferrari, in crisi invece le Audi. La vettura in seconda posizione, ha un improvviso scarto verso sinistra. Costringe quindi la Audi #12 ad andare fuori pista. La Lamborghini #88 ne approfitta e supera le due Audi per la terza posizione. La #14 sembra in difficoltà, superata anche dalla BMW #7.

Le due Ferrari fanno il vuoto nei confronti della Lamborghini. Intanto c’è grande bagarre in GT4 fra le Mercedes e le BMW. Colpo di scena! La Porsche #381, che compete nel GT CUP, è in ghiaia e non riesce a ripartire. Gli ufficiali di gara mandano in pista la Safety car, che dura un giro soltanto.

Bandiera verde. La gara può ripartire. Fuoco e Di Amato ripartono benissimo. La Lamborghini #88, al momento leader della categoria GT3 PRO-AM, non riesce a tenere il ritmo dei primi due. Dietro al trio, intanto, l’Audi #14 sorpassa la BMW #7 e la macchina gemella, la #12. Nel mentre, la Lamborghini #63 guadagna la sesta posizione, a danno della BMW.

La finestra dei pit stop, dopo 30 minuti, è aperta. La #25 del team RS Racing è la prima dei leader a fermarsi. Dato che è l’unico pilota a guidare, deve scontare una penalità di 5 secondi. Dopo 10 minuti, anche la Ferrari #8, rientra ai box. Hudspeth sostituisce Fuoco per il secondo stint.

È il momento della verità. La AF Corse riesce a stare davanti a tutti anche dopo il pit stop ma non per molto. Infatti Di Amato supera Hudspeth per la leadership della gara.

Safety car di nuovo in pista per l’incidente fra la Lamborghini #377 e la Mercedes #228. Questa situazione potrebbe rimescolare le carte in tavola. Dopo due giri, riparte nuovamente la gara e le due Ferrari mantengono le posizioni. L’Audi è in terza posizione.

La bandiera a scacchi viene sventolata. Vince la Ferrari #25 del team RS Racing. Fantastico Hudspeth che tiene a bada Postiglione per la seconda posizione. È una fantastica doppietta delle Ferrari 488 Evo. Terza la Audi #14. Questa è anche il podio per quanto riguardo il GT3 PRO.

Vilander dimostra ancora una volta di essere il campione che tutti conoscono. Insieme a Mann, arriva al sesto posto assoluto in gara. Il duo vince con la AF Corse #21 in GT3 PRO-AM. La Lamborghini #88, della LP Racing è seconda con Perolini e Cecotto. Chiude il podio la Honda NSX #55, della Nova Race, con De Luca e Guidetti.

Per quanto riguarda il GT3 AM, vince la Kessel Racing Ferrari #33: alla guida Cuhadaroglu e Fumanelli. Seconda la Lamborghini #29, di Vincenzo Sospiri Racing, con Iacone e Tempesta. Terza la Honda NSX, del team Nova Race, con Zanotti e Cabezas.

In GT CUP vince la Lamborghini #391, davanti alla S&R Ferrari #333. A chiudere il podio la Krypton Motorsport Porsche #369. In GT4 PRO AM vince la Porsche 718 Cayman #251 del team Ebimotors. Infine in GT4 AM, la Mercedes vince con la #207 del team Nova Race.

È stata una gara molto intensa. Domani mattina ci sarà la seconda gara sprint. Non perdetevela!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.