Home » Formula 1 » Alfa Romeo, che ti succede?

Alfa Romeo, che ti succede?

Il weekend dell’Hungaroring, ultimo prima della pausa estiva, è stato il quarto consecutivo senza punti per la scuderia di Hinwil

La Formula 1 saluta l’Ungheria e va in vacanza. Un mese di tempo per ricaricare le batterie e preparare al meglio il proseguimento di un trend positivo o la ripresa da una battuta d’arresto. E parlando proprio di battute d’arresto non si può non menzionare la situazione in casa Alfa Romeo, che dopo un roboante inizio di campionato, contraddistinto da notevoli prestazioni sia di Valtteri Bottas che del rookie Zhou Guanyu, ha chiuso la prima parte della stagione con zero punti raccolti negli ultimi quattro weekend.

Valtteri Bottas, Alfa Romeo Racing - Ungheria 2022, Formula 1
Valtteri Bottas durante il Gran Premio d’Ungheria 2022. – @alfaromeoorlen via Twitter

Dopo il Gran Premio del Canada, in cui entrambi i piloti hanno raggiunto la top-10 – settimo Bottas, nono Zhou – l’Alfa Romeo ha incassato un pesante doppio zero a Silverstone, con il finlandese fermato da un guasto al cambio e il suo compagno coinvolto nello spaventoso incidente di inizio gara che tutti ricordiamo. Da quel momento il miglior risultato per la scuderia di Hinwil è stato l’undicesimo posto di Bottas in Austria. Il #77, risalito dalla pitlane, si è visto soffiare l’ultima posizione a punti da Fernando Alonso, autore di un sorpasso all’ultimo giro. I weekend successivi, invece, hanno visto insorgere problemi di affidabilità che hanno colpito Zhou in Francia e Bottas in Ungheria.

Un elemento da non trascurare, guardando il recente calo di prestazioni dell’Alfa Romeo, è il rallentamento nella fornitura degli aggiornamenti. Il team di Fréderic Vasseur, infatti, è fra quelli che dal Canada in poi hanno portato meno novità sulla propria monoposto. C’è un motivo ben preciso dietro questa scelta: a Hinwil si è deciso di rendere prioritaria la produzione di nuovi pezzi di ricambio, in quanto i problemi tecnici e gli incidenti di inizio stagione ne avevano ridotto le scorte. Risolta l’emergenza ricambi, sono effettivamente comparse nuove migliorie sulla C42, come il deflettore dell’aria introdotto al Paul Ricard e il fondo portato all’Hungaroring.

Zhou Guanyu, Alfa Romeo Racing - Paul Ricard 2022, Formula 1
Zhou Guanyu durante il Gran Premio di Francia 2022. – @alfaromeoorlen via Twitter

Ma le altre scuderie non sono state certo a guardare e il gap da colmare non è solo prestazionale, ma anche di classifica. Nei costruttori, Alfa Romeo mantiene il sesto posto con un discreto vantaggio sulla Haas; ha però perso completamente contatto con il duo Alpine-McLaren, in lotta per la quarta posizione. Nel mondiale piloti, Bottas ha subìto il sorpasso di Esteban Ocon e attualmente occupa il nono posto con 46 punti, insidiato da Alonso (41). Diciassettesima posizione per Zhou, che finora ha raccolto 5 punti iridati.

La Formula 1 tornerà in pista dal 26 agosto con le prove libere del Gran Premio di Belgio, che si disputeranno sul tracciato di Spa-Francorchamps.

Claudio Scalia

Classe '98, studente di Lingue e appassionato di corse. Sono venuto un po' pallido nella foto profilo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto