Home » Formula 1 » La Formula 1 dice addio a Sir Frank Williams

La Formula 1 dice addio a Sir Frank Williams

Frank Williams
formulapassion.it

It is with great sadness that on behalf of the Williams family, the team can confirm the death of Sir Frank Williams CBE, Founder and Former Team Principal of Williams Racing, at the age of 79.

È con estrema tristezza che, a nome della famiglia Williams, la scuderia può confermare la morte di Sir Frank Williams, CBE, fondatore ed ex Team Principal della Williams Racing, all’età di 79 anni.

Williams Racing Team on Twitter

Con queste parole il Team Williams annuncia sui social la dipartita del loro fondatore, Sir Frank Williams.

Ripercorriamo insieme la carriera di uno dei Team Principal più vincenti in Formula 1, ma soprattutto un uomo che ha partecipato a scrivere la storia della massima serie automobilistica.

Gli inizi della carriera

L’ascesa verso la vetta del motosport non è stata semplice per Williams che, nella seconda metà degli anni ’60, aveva fondato la sua prima scuderia, schierando le sue vetture in F2 e F3. Lo sbarco nella massima serie avviene nel 1969, ma, per via del poco denaro, le prime stagioni sono una vera e propria odissea. Per questa ragione il giovane Williams è costretto a cedere la sua scuderia al magnante del petrolio Walter Wolf, che ribattezza il team con il suo nome.

Nel 1977 torna a correre come team. Inizia così una scalata che porterà il team di Grove a toccare le vette più alte del motosport.

Tra il 1980 e il 1982 arrivano quattro mondiali, due piloti e due costruttori. Il 1986 è un anno che cambia per sempre la vita di Frank Williams. A seguito di un terribile incidente automobilistico, è costretto alla sedia a rotelle. Questa situazione avrebbe gettato nello sconforto chiunque, ma non lui. Frank rimane alla guida della sua scuderia e in poco tempo torna a seguire le vicende della squadra direttamente in pista.

Gli anni d’oro

Tra il 1992 e il 1997 la squadra, motorizzata Renault, tocca il suo punto più alto con l’imprendibile FW14B. Riesce a vincere cinque titoli costruttori e quattro piloti in sei anni, con il solo ostacolo dato dall’astro nascente Micheal Schumacher. In queste annate si caratterizza un particolare della scuderia inglese: la Williams non ha mai riconfermato i piloti campioni in carica. Queste decisioni dimostrano che Sir Frank ha sempre messo al primo posto la squadra piuttosto che il singolo.

La tragedia

Nel 1994 una grande tragedia colpisce la scuderia di Grove: è ovviamente la morte di Ayrton Senna. Per l’accaduto Sir Frank sarà anche accusato di omicidio colposo. Le indagini lo scagioneranno, ma questa esperienza segnerà per sempre il manager britannico.

Frank Williams
F1inGenerale.it

Nonostante le difficoltà Sir Frank Williams ha sempre creduto nel suo Team, forte del fatto che la sua fosse l’ultima scuderia a conduzione familiare. Purtroppo nel 2020 la famiglia Williams, per allontanare lo spettro del fallimento, ha dovuto vendere a un fondo di investimento privato USA. Questo potrebbe essere visto come l’ultimo sacrificio di un uomo che incarna perfettamente una Formula 1 che non esiste più, ma che non sarà dimenticata.

La leggenda

Sir Frank Williams ha vissuto una vita totalmente non comune.

Anche per questo ha ispirato la realizzazione di un film documentario “Williams Film” , pubblicato alcuni anni fa e diventato una pellicola di culto per gli amanti di questo sport.

Il fatto che Frank Williams sia una leggenda si percepisce anche dall’emozione sul volto di Lewis Hamilton durante il GP di Silvestone 2019, quando il pilota britannico della Mercedes ha condotto in pista il leggendario manager per due giri indimenticabili.

In questo triste giorno possiamo solo raccogliere l’eredità lasciata da Sir Frank Williams e tutto il suo lavoro, non solo per la sua scuderia ma per tutto il mondo della Formula 1.

Elisa Lecis

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto