Home » Formula 1 » Multiformula e un pass per il paddock

Multiformula e un pass per il paddock

Quante volte avete sognato di camminare all’interno del paddock di formula 1 ?

Osservare con i vostri occhi tutti quei piloti, team principal, meccanici, ingegneri. Tutti che si muovono, entrano ed escono da box, fanno interviste e animano il Circus della F1.

Se siete dei veri appassionati, allora sicuramente avere accesso al paddock è sulla vostra lista dei desideri.

Noi di Multiformula vogliamo in parte realizzare il vostro desiderio e portarvi virtualmente all’interno del paddock di formula 1. 

Quindi mettetevi al collo il nostro pass ed entrate nel paddock. 

IL PADDOCK DI OGGI

Ad oggi il paddock è un’area ben delimitata e quasi off-limits alla quale accede solo chi possiede il pass. 

A costruire fisicamente il paddock sono le hospitality dei vari team. Le hospitality sono degli edifici che vengono montati ad ogni gara europea e rappresentano il quartier generale di ogni scuderia. 

La sfida è anche fra queste strutture, ogni team infatti ne ha una diversa, personalizzata che può essere modificata per occasioni speciali. Un esempio è quella della Ferrari per i 1000 GP, realizzata per il gran premio del Mugello nel 2020. 

Red Bull invece possiede la Red Bull F1 Energy Station, conosciuta anche come “la casa di legno” proprio perché realizzata con autentico legno austriaco.

Molti team aprono virtualmente le porte delle loro hospitality con video sui loro canali social, esempi sono: Ferrari, Mercedes, Aston Martin .

Queste hospitality sono sviluppate su più piani e con più aree. La maggior parte dispone infatti di una zona bar, cucina, terrazza, uffici di comunicazione, gli stanzini dei piloti e l’ufficio del team principal.   

La caratteristica principale di questi hospitality si può intuire già dal nome ed è quella di “ospitare.”

Soprattutto prima della pandemia, gli invitati come i personaggi famosi, potevano seguire il gran premio direttamente dalle terrazze degli hospitality e godere quindi di una vista e di un’atmosfera privilegiata e unica. 

Un altro luogo del paddock è il motorhome, che si trova di fronte all’hospitality ed è riservato al lavoro degli ingegneri.  

CHI HA ACCESSO ?

Oltre alle scuderie e ai piloti, il paddock è diventato negli anni la pista dei mass media, delle televisioni e dei giornalisti. Con i loro occhi possono rubare tutto quello che accade nel backstage di una gara di f1 e raccontarlo attraverso interviste e collegamenti pre e post gara.

Molto spesso inoltre nel paddock si scorgono celebrità, invitati dalle scuderie al gran premio. Negli ultimi anni ci sono stati Cristiano Ronaldo, Tom Holland, Tom Cruise, Donatella Versace, Bella Hadid, Justin Bieber e ancora Cara Delevingne e molti altri…  

Ma come può invece un tifoso ottenere un pass per il paddock ? Formula 1 attraverso F1 Paddock Club e F1 Experiences dà la possibilità ai fan di vivere un’esperienza all’interno del paddock.

Le opportunità sono svariate: visita nella pit lane, possibilità di incontrare i piloti, ma soprattutto assistere al gran premio da sopra i garage delle scuderie e vivere in prima persona le emozioni della gara. 

I prezzi per questi pacchetti sono elevati ma dall’altra parte rappresentano anche l’occasione di vivere un weekend di formula 1 come mai prima d’ora e portare per sempre con sè un ricordo unico. 

Il paddock di oggi è diverso da quello degli anni Cinquanta. All’inizio era il luogo di assemblaggio delle monoposto e le scuderie disponevano di camion e tendoni come motorhome ma, il concetto di paddock si è evoluto nel tempo e si è adattato seguendo il cambiamento e le necessità del mondo della formula 1.

Multiformula

-Il motorsport dai giovani per i giovani- Multiformula è un blog nato nel 2020 per condividere la nostra passione per il motorsport, dare spazio a quelle categorie come le Feeder Series di cui si parla ancora poco e soprattutto abbattere i pregiudizi che si incontrano in queste categorie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto