Home » Formula 1 » Team principal: novità per la stagione 2022

Team principal: novità per la stagione 2022

Team Principal che vanno…

ASTON MARTIN: Il 5 gennaio 2022 viene confermata una voce nell’aria già da tempo: il Team Principal di Aston Martin, Otmar Szafnauer, lascia la scuderia. La fine di un rapporto durato ben 12 anni, sin dai tempi in cui la scuderia di Silverstone si chiamava Force India.

Al suo posto è stato nominato il lussemburghese Mike Krack che ha affermato: “È un emozione e un onore essere stato nominato Team Principal dell’Aston Martin Cognizant Formula One Team”.

Il suo è un volto non nuovo nella massima serie: lavorò infatti come ingegnere nella BMW Sauber, dove ebbe l’occasione di conoscere, tra il 2006 e il 2007, Sebastian Vettel, pilota con cui avrà il piacere di lavorare nel corso della prossima stagione.

All’annuncio di Mike Krack come Team Principal di Aston Martin, il presidente della scuderia Lawrence Stroll ha dichiarato: “Per vincere in Formula 1 è necessario mettere insieme tutte le forze di tutti i membri principali – piloti, ingegneri, meccanici, tutti – e Mike Krack è la persona giusta per farlo”.

Grandi speranze riposte in quest’uomo che tenterà di portare la scuderia a scalare le classifiche piloti e costruttori.

ALPINE: Anche la scuderia francese, nel mese di gennaio 2022, ha annunciato la separazione dal proprio Team Principal Marcin Budkowski. Un addio che ha destato non poco stupore, anche per il diretto interessato.

Dopo la partenza del 2020 di Cyril Abiteboul, ex Team Principal di Renault, la leadership del team era passata a tre esponenti principali: il CEO Laurent Rossi, Marcin Budkowski e Davide Brivio, che dopo questa breve esperienza in Formula 1, sembra voler già tornare alla sua Suzuki in Moto GP.

Adesso, in seguito alla notizia della partenza di Budkowski dalla scuderia, l’incarico temporaneo si trova nelle mani di Laurent Rossi. A lui anche la scelta di un nuovo Team Principal per Alpine.

Secondo alcuni media francesi, Alpine potrebbe trovare un sostituto nell’ormai ex Aston Martin Otmar Szafnauer. Niente però è ancora confermato. Otmar in Alpine ritroverebbe il pilota francese Esteban Ocon, che ebbe già l’occasione di conoscere in Force India nel biennio 2017-2018.

…e che restano

MERCEDES: Dopo aver conquistato ben 8 titoli mondiali costruttori con la scuderia di Brackley, Toto Wolff è pronto ad affrontare questa nuova stagione ricca di novità. Prima fra tutte l’arrivo in squadra dell’ex Williams George Russell, che affiancherà Lewis Hamilton o l’eventuale sostituto in caso di ritiro da parte del campione del mondo.

RED BULL RACING: Christian Horner si prepara ad affrontare la sua diciassettesima stagione con la scuderia. Dopo un mondiale piloti terminato nel migliore dei modi, è mancata la vittoria nel campionato costruttori e tenterà sicuramente di ottenerlo nella prossima stagione.

Photo by Bryn Lennon/Getty Images

FERRARI: In carica dal 2019, Mattia Binotto è stato confermato anche per la stagione che avrà inizio questo marzo. Ha attraversato 3 anni non facili con la rossa, che hanno comunque portato ad ottenere la miglior line up di piloti della scorsa stagione.

MCLAREN: Confermato anche Andreas Seidl, Team Principal della McLaren dall’ormai lontano maggio 2019. Con l’aiuto di Zak Brown, CEO della scuderia, e di due piloti di talento come Lando Norris e Daniel Ricciardo, tenterà di riportare McLaren ai massimi livelli.

ALPHA TAURI: Dal 2006, con la neonata Toro Rosso, Franz Tost gestisce questa scuderia e conferma la sua presenza come Team Principal del team di Faenza anche per la nuova stagione, consapevole di avere dei bravi piloti che possono dare grandi soddisfazioni.

WILLIAMS: Jost Capito, Team Principal della Williams da appena un anno è stato rinnovato per la nuova stagione. Tra le sue prime dichiarazioni ha affermato che quest’anno non ci sarà una prima guida tra i propri piloti Latifi e Albon.

ALFA ROMEO: Ormai da 5 anni Frédéric Vasseur amministra questa scuderia, e continuerà a farlo anche per questa stagione, con nuovi il rookie Zhou e Valtteri Bottas.

HAAS: Dal 2014 Gunther Steiner gestisce al meglio una scuderia raramente vista nel gruppo di testa. Nel 2022 continuerà a svolgere il proprio ruolo, sperando di poter contare su una stagione più entusiasmante per Schumacher e Mazepin.

Marta Veroni

Studentessa del quinto anno di liceo classico con una grande passione per le quattro ruote e la storia che sta dietro ogni competizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto