Home » Formula 1 » F1 test : bene Ferrari ma attenzione a Red Bull e Mercedes

F1 test : bene Ferrari ma attenzione a Red Bull e Mercedes

Si é concluso il secondo giorno di test in Bahrein. Il più veloce a fine giornata é stato a sorpresa Kevin Magnussen nell’extra time concesso ad Haas, seguito da Sainz e Verstappen. Mentre Yuki Tsunoda ha portato a termine il maggior numero di giri, ben 120. La giornata di oggi é stata caratterizzata da diverse bandiere rosse e qualche problema per più di una scuderia.

Vediamo insieme come e andata.

Alpine – bene a metá

Questa mattina é scesa in pista la A522 guidata da Esteban Ocon. La scuderia francese ha fatto debuttare la livrea rosa che verrà utilizzata per le prime due gare della nuova stagione e che omaggerà la nuova partnership con BWT. Ocon in mattinata ha fatto segnare il primo tempo girando in 1:34,276 e concludendo ben 59 giri. Si é trattato di buon risultato dopo un primo giorno un po’ spento per la squadra francese. Nel pomeriggio però il pilota francese ha avuto qualche problema con la monoposto che si è fermata in pista innescando una delle diverse bandiere rosse della giornata. La macchina è stata ritirata in via precauzionale. Si é conclusa così la sessione per Alpine che ha portato a casa 103 giri.

Hass – piove sul bagnato

Per la Hass sono state settimane molto difficili. Ad ultimo il ritardo dei materiali a causa di un problema logistico ha consentito alla Hass di scendere in pista solo ieri pomeriggio. La scuderia americana aveva chiesto un turno extra nella giornata di domenica per recuperare le ore perse ma gli é stata concessa solo un’estensione dell’orario nelle giornate di venerdí e sabato. Questa mattina inoltre un problema allo scarico ha costretto a interrompere l’attività mattutina anzitempo; Mick Schumacher ha completato solo 23 giri. Questo pomeriggio Kevin Magnussen ,al suo secondo esordio alla guida di una monoposto di Formula 1, ha potuto guidare un’ora in piú rispetto alle altre monoposto per recuperare le quattro ore perse il giovedi mattina. Nonostante il buon tempo di Magnussen la Haas é però apparsa molto difficile da guidare e con delle evidenti problematiche da risolvere a una sola settimana dalla prima gara stagionale.

Mercedes – gioca a nascondino?

Ai test in Bahrein la Mercedes ha portato una nuova e migliorata versione della W13 che ha fatto tanto discutere in questi ultimi giorni. Gli aggiornamenti sviluppati in casa Mercedes avrebbero dovuto far segnare dei tempi sorprendenti ma in realtà non é stato così. Sia Russell in mattinata che Hamilton nel pomeriggio non hanno fatto segnare i tempi eclatanti che ci si aspettava. Questo fa pensare che le frecce d’argento si stiano nascondendo in attesa di colpire gli avversari alla prima gara stagionale.Penso che sia tipico di Merceds e di George, esaltano gli altri e alla prima gara spazzano via la concorrenza” queste le parole usate da Carlos Sainz sulla questione.

Williams – Latifi fa il pompiere

Sfortunato inconveniente per la Williams durante questa mattinata. La monoposto di Nicholas Latifi si é fermata in fiamme nella pista del Sakhir dopo circa un ora e mezza di test. Lo stesso pilota si é occupato di spegnere le fiamme con l’estintore. L’incendio si é propagato dai freni e la monoposto é stata riportata ai box e non ha potuto completare la sessione pomeridiana. La Williams ha poi confermato un marginale problema tecnico allorigine di un ben piu spettacolare incendio.

@F1 on Twitter

Elisa Lecis

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto