Home » Formula 1 » Mclaren: lo show ha distolto l’attenzione dalla pista?

Mclaren: lo show ha distolto l’attenzione dalla pista?

Il weekend dell’inaugurale GP di Miami è stato caratterizzato dal lustro e da centinaia di persone celebri che hanno solcato la passerella del paddock. Per la Mclaren in particolare , sono stati tre giorni pieni di incontri con varie figure dello spettacolo: da Kygo a James Corden.

Una puntata dedicata alla Mclaren nel Late Late Show

James Corden è un famoso presentatore britannico che ha l’onore e gli oneri di presentare il celebre programma televisivo statunitense “Late Late Show“. Famoso per la sua ironia e modi di fare, ha creato ad hoc un segmento del programma per contenere la sua visita all’interno del garage del team Papaya che verrà messo in onda non prima di qualche mese.

Con la sua irriverenza ha interrotto interviste nel parc ferme, concluso una pit walk con Lando Norris nella giornata di giovedì, ha provato il sedile della MCL36 indossando una tuta creata appositamente per lui e ha regalato delle personalissime maglie crop top con motivi colorati e la scritta “#1 DRIVER” ai piloti di punta Lando Norris e Daniel Ricciardo. I due piloti le hanno sfoggiate mettendo in mostra i loro addominali a tutti i presenti del paddock durante la loro intervista con lui. Daniel ha immortalato il momento con uno scatto postato su Instagram scherzando nella sua didascalia: “Accidenti, le nostre abbronzature saranno orribili”.

Il presentatore ha potuto cosi constatare quanto la Formula 1 non sia uno sport individuale ma quanto conta il team per la riuscita di tutto il lavoro. Non ha potuto contenere la sua emozione quando rispondeva alle domande sullo sport.

Abbiamo vissuto una grande esperienza dall’inizio alla fine e sarà nello show tra pochi mesi. Ti rendi conto che questo non è uno sport incentrato sugli individui, ma su squadre vere e non appena ti impegni in una squadra, se è importante per loro, è importante per te.

James Corden ai microfoni dell’ Express.

Commenti dal Web

Non a tutti è piaciuto questo intermezzo comico da parte del presentatore come infatti Jeremy Clarkson ha commentato chiedendosi quanto fosse necessaria la sua presenza nel bel mezzo di un weekend di gara.

Anche molti tifosi si sono lamentati dopo i deludenti risultati in pista durante il weekend. Lando Norris termina la gara durante il 40esimo giro per un contatto con Pierre Gasly dopo che era riuscito ad avere un passo discreto per concludere a punti. Mentre Ricciardo è sempre stato nelle retrovie e con un passo gara decisamente troppo lento per far sì che potesse rimontare fino alla top ten.

“Gara deludente per la squadra – ha ammesso Andreas Seidl, team principal della McLaren. Ci aspettavamo una giornata impegnativa, dato che la pista e le condizioni non si adattavano alla nostra vettura, ma sfortunatamente abbiamo perso ogni opportunità dopo l’incidente tra Lando e Gasly. Daniel non aveva il passo per rimontare, pur avendo dato tutto quello che poteva. Il risultato non riflette il grande sforzo fatto dal team in pista e in fabbrica.”

Contatto tra Gasly e Norris @F1TV

Attesta però come l’atmosfera di Miami sia stata unica del suo genere: “Il Gran Premio di Miami è stato sensazionale: la grande folla presente ha generato un’atmosfera incredibile, ma adesso dobbiamo analizzare quanto accaduto per prepararci al meglio per il back to back Barcellona-Montecarlo”.

Tutte le speranze di rimontare in classifica si spostano in Europa, in due piste molto favorevoli per il team inglese nelle ultime due edizioni.

Imma Aurino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto