Home » Formula 3 » F3, Silverstone: recap del weekend sul suolo inglese

F3, Silverstone: recap del weekend sul suolo inglese

di Aurora Loffredo

Luke Browning, attuale leader del campionato di Formula 3, dopo essersi qualificato in prima posizione, scatta dalla decima piazza nella Sprint Race del sabato. Il suo più diretto rivale, Gabriele Minì, parte invece dalla dodicesima piazza, grazie ad una serie di penalità che gli hanno permesso di guadagnare due posizioni. Vicina la lotta per la terza posizione, con Lindblad, Fornaroli, Beganovic, Mansell e Goethe, rispettivamente secondo, nono, diciannovesimo, quinto e quindicesimo.

F3, Sprint Race: Lindblad davanti a tutti

A causa della pioggia a Silverstone, la Sprint Race di F3 è posposta al pomeriggio, dopo la Porsche Cup. Alla partenza, Lindblad prende la prima posizione, mentre Zagazeta riesce a conquistare la seconda piazza, ripresa poi da Leon. Fin da subito, i primi piloti vengono richiamati ai box: Floersch, Boya e Wharton, seguiti da Shields con un baffo danneggiato e Ramos senza una gomma, a seguito del contatto con il succitato Shields. Al quarto giro, la Safety Car è chiamata in pista, dopo un incidente tra Goethe ed Esterson. All’ottavo giro, già un terzo delle macchine è fuori. Un errore di valutazione da parte di Tramnitz, porta al contatto con Browning, che mette fuori gioco proprio il leader del campionato. Al giro dodicesimo, durante la lotta tra Wurz e Dunne, c’è anche qui il contatto, che provoca l’esposizione della Virtual Safety Car.

All’ultimo giro, Minì tenta il sorpasso decisivo su Tsolov, che si conclude con la stretta al muro da parte di quest’ultimo. Nonostante l’azione sia stata verificata dalla Direzione Gara, il pilota bulgaro non è stato penalizzato. Comunque, il pilota italiano chiude in sesta posizione.

Sul podio dunque Arvid Lindblad, che ha segnato un record personale di una vittoria nella prima gara disputata a Silverstone, Noel León e Matias Zagazeta.

F3, Feature Race: La pioggia cambia le sorti

di Giulia Costantino

Bentornati con la Feature Race in Silverstone, ultimamente il meteo non è dei migliori, è piuttosto volubile. In questo momento le monoposto sono in griglia pronte per il giro di formazione. Tutti hanno scelto delle gomme wet, gli unici a prendersi dei rischi sono Callum Voisin e Piotr Wisnicki scegliendo le gomme da asciutto.

Il giro di formazione è stato decisivo sulle scelte dei pneumatici, mettendo in difficoltà due piloti delle Rodin. Lindblad, Minì, Ramos, Beganovic, Goethe, Tramnitz sono ai pit per cambiare le gomme e passare alle hard, metà della griglia al momento è vuota.

Lights out and away we go!

Browning difende la sua prima posizione da Esterson e Meguetounif, quest’ultimo perde il suo teammate Leonardo Fornaroli a Brookland. Hitech avvisa Browning comunicando che tra sei minuti arriva la pioggia e che è meglio prepararsi. Cian Shields è bloccato in curva 3, perciò entra per la prima volta la Safety Car in pista ad approfittarne sono Dunne e Wurz andando ai pit-stop.

Non si può non notare della rimonta che sta facendo Wisnicki in questo momento è 13esimo partendo dalla 30esima posizione!

Fornaroli conquista la seconda posizione con un sorpasso fatto su Esterson. Browning mantiene il comando ma Voisin è all’attacco, superando Esterson e Fornaroli. Lindblad sale all’ottavo posto superando Wisnick a Stowe. Voisin è leader con sette secondi di vantaggio. Dietro Tramnitz prende la seconda posizione superando Browning a Copse.

Safety Car!

Sophia Floersch colpisce le barriere e ha avuto un contatto con Beganovic che a sua volta ha colpito un pilota del Var. La pioggia non fa altro che aumentare, ed è il caso di abbandonare le gomme da asciutto per le wet. Voisin si prende il rischio di continuare con le gomme da asciutto, ricordiamo che è stato penalizzato per aver lasciato la pista e averne tratto vantaggio.

Altro giro, altra Safety Car!

Dufek, Sztuka, Dunne e Montoya fanno un’incidente, e i piloti coinvolti hanno dovuto ritirarsi. Chi vorrà fare pit-stop durante il regime di Safety car non potrà perché è stata chiusa in quanto l’incidente è avvenuto vicino l’entrata ai pit.

Leon torna sul podio con un sorpasso all’esterno su Esterson e guadagna il terzo posto sul podio, stessa curva ma un giro dopo, il messicano conquista la seconda posizione, i giri rimanenti sono pochi, riuscirà a raggiungere Browning? Anche Voisin è vicino e sta dando la caccia all’inglese, data la penalità, Lindblad è secondo. Come Voisin e tutti gli altri che stanno usando le hard, stanno avendo vantaggio perché le condizioni li favoriscono. Grande lotta per la vittoria tra Voisin e Lindblad, ad avere la meglio tra i due è l’inglese che diventa leader della gara, al secondo posto abbiamo l’italiano Gabriele Minì che si è tenuto sempre vicino al gruppo in attesa di un’occasione che è arrivata!

Ci vediamo a Budapest! Non vi perdete le prossime gare di Formula 3 dove ne accadono di tutti i colori!

Multiformula

Multiformula è un blog nato nel 2020 per condividere la nostra passione per il motorsport, dare spazio a quelle categorie come le Feeder Series di cui si parla ancora poco e soprattutto abbattere i pregiudizi che si incontrano in queste categorie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto