Formula 1
A “brand”-new F1

A “brand”-new F1

A per avanguardia: AlphaTauri, Alpine e Aston Martin

Nel mondo della Formula Uno chi si ferma è perduto. L’innovazione e il cambiamento sono all’ordine del giorno, ogni team accetta la sfida contro il tempo ricercando in ogni sua componente quel mix perfetto tra la tradizione del passato e la novità del futuro.

Sono 3 le scuderie che si sono rese protagoniste di un completo rebranding nel biennio 2020-2021: AlphaTauri, Alpine e Aston Martin. Esse sono accomunate non solo dall’iniziale del loro nuovo nome, ma soprattutto dalla forte consapevolezza della loro nuova identità.

Nome, marchio, valori nuovi e rinnovati che mirano a cambiare (ricercando un maggiore consenso) anche la percezione dell’immagine della scuderia da parte dei tifosi e dei clienti della rispettiva azienda.

2020: da Scuderia Toro Rosso a Scuderia AlphaTauri

www.formula1.com

Erede della Minardi, dal 2006 al 2019 la scuderia di Faenza milita in Formula 1 sotto il nome di Toro Rosso, diventando così partner e spalla della Red Bull Racing, il team di punta e proprietario della squadra italiana. Grazie allo sponsor in comune, Toro Rosso e Red Bull collaborano per accompagnare i giovani talenti più promettenti del Red Bull Junior Team nel loro percorso verso la Formula 1. La gavetta in Toro Rosso diventava il trampolino di lancio per un prestigioso sedile in Red Bull alla corte di Helmut Marko e Christian Horner.

Nell’ottobre 2019 il team guidato da Franz Tost  annuncia la grande trasformazione: dal 2020 la scuderia di Faenza viene iscritta al Campionato Mondiale di Formula Uno con il nominativo Scuderia AlphaTauri Honda.

Il nome rende omaggio ai proprietari della scuderia con il riferimento alla linea d’abbigliamento di casa Red Bull che porta lo stesso nominativo, ispirato a sua volta dallo storico simbolo della Red Bull, il toro.

Il brand viene completamente rinnovato: la monoposto saluta l’accesa combinazione blu e rosso rivestendosi di bianco acceso con inserti blu navy, diventando così una delle livree più eleganti della griglia, a detta di molti appassionati. Il nuovo marchio riprende la lettera greca Alfa, all’interno della quale spicca l’immancabile Toro.

La nuova era AlphaTauri è quindi un’evoluzione di una scuderia che è riuscita ad unire la tradizione alla moda della nuova generazione.

2021: da Renault ad Alpine

media.groupe.renault.com

La storica scuderia francese Renault Sport F1 Team si ripresenta nel paddock di Formula 1 con una nuova identità. Dal 2021 è l’Alpine F1 Team, le cui sfumature patriottiche sono la caratteristica per eccellenza del nuovo progetto. Prima come portatrice dell’innovativo motore con turbocompressore, poi come erede della scuderia Benetton, infine come rivoluzione del team Lotus, la Renault ha sempre occupato una posizione importante nel circus della massima serie. Molte scuderie rivali, infatti, si sono affidate alla casa automobilistica francese per contare su un valido motore per tutta la durata della stagione. Nel mentre la fabbrica di Enstone si dedicava anche e soprattutto alla costruzione della monoposto dall’inconfondibile colore giallo che, con Fernando Alonso, riuscì addirittura a sbaragliare la concorrenza vincendo due mondiali (nel 2005 e nel 2006).

L’Alpine F1 Team deve il suo nome al marchio della casa automobilistica francese facente parte del gruppo Renault fin dagli anni settanta. Lo scopo è quello di rilanciare e promuovere il brand per farlo conoscere al mondo dei motori. Fin dalla prima gara in Bahrain, la nuova A521 sfoggia con fierezza i colori della bandiera francese, accompagnati dal nuovo logo nella parte posteriore della monoposto. Il simbolo Alpine, oltre a riprendere l’iniziale del nome del nuovo brand, ricorda il profilo delle montagne transalpine (motivo che è stato utilizzato anche nella campagna per il lancio del nuovo marchio).

2021: da BWT Racing Point ad Aston Martin Cognizant

www.astonmartinf1.com

Dalla scommessa della Force India, alla miliardaria Racing Point, per arrivare al grande ritorno dell’indimenticabile Aston Martin. Il 2021 riporta nel paddock la storica casa automobilistica britannica dopo che le quote azionarie dell’azienda sono state acquistate dall’imprenditore canadese Lawrence Stroll.

L’Aston Martin, che negli ultimi anni figurava sulle vetture blu notte della Red Bull Racing come principale sponsor, da quest’anno ridipinge la livrea della Racing Point di un verde brillante e rinomina la scuderia con il nuovo, ma già conosciuto e inconfondibile marchio AM dei primi decenni del ventesimo secolo. Nel nuovo nome del team inglese compare il title sponsor della società statunitense Cognizant che va a sostituire BWT, presente nelle scorse stagioni. Il grande sogno di Lawrence Stroll diventa così realtà: il 2021 apre un nuovo capitolo tutto da scrivere per una scuderia centenaria che è pronta a tornare ai vertici di questo sport.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: