Home » Formula 1 » Formula 1 | Il deserto toglie, il deserto restituisce

Formula 1 | Il deserto toglie, il deserto restituisce

Chiudere i conti col passato, guardare alle sfide del futuro: la storia dietro quell’ultimo team radio di Leclerc in Bahrain

Sahkir, 20 marzo 2022, 19:40 ora locale. È in corso l’ultimo giro del Gran Premio del Bahrain, prima tappa del mondiale 2022 di Formula 1. Charles Leclerc conduce la gara davanti al compagno di squadra Carlos Sainz Jr. e si appresta a tagliare il traguardo, riportando la Ferrari a una vittoria che manca da 910 giorni.

Un Gran Premio condotto con autorità, animato da un fantastico duello con il campione del mondo in carica Max Verstappen. Leclerc supera la curva 11, l’ultima sinistra del tracciato di Sakhir, e giunge alla 12, dove si apre in radio con il suo ingegnere di gara Xavier Marcos Padros.

«There’s something strange with the engine.»

Charles Leclerc, Ferrari - Bahrein 2022, Formula 1
Charles Leclerc in azione durante il Gran Premio del Bahrain 2022. – @ScuderiaFerrari via Twitter

Sakhir, 31 marzo 2019. Gran Premio del Bahrain, secondo appuntamento della stagione 2019 e la 999esima gara nella storia della Formula 1. Alla sua seconda presenza in Ferrari, Charles Leclerc scatta dalla pole position, la prima in carriera. Il pilota monegasco è però autore di una partenza non ideale, perdendo posizioni a vantaggio del teammate Sebastian Vettel e della Mercedes di Valtteri Bottas.

È immediata la risposta di Leclerc, che nei cinque giri successivi riguadagna la testa della corsa, sgomitando prima con il finlandese e poi col tedesco. Da lì la monoposto #16 inizia ad allungare, procedendo giro dopo giro verso una clamorosa prima vittoria in Formula 1. Ma a sole undici tornate dalla fine, il drammatico team radio: «There’s something strange with the engine», ‘Il motore ha qualcosa di strano’. Una perdita di potenza – causata da un problema di combustione a un cilindro – rallenta vistosamente Leclerc nei rettilinei.

La Mercedes di Lewis Hamilton recupera inesorabilmente terreno; due giri dopo, Leclerc non può fare nulla per difendersi dal sorpasso del britannico. A tre giri dalla fine, anche Bottas mette le sue ruote davanti a quelle del giovane ferrarista, che retrocede così in terza posizione. La conclusione della gara sotto safety car salva un podio comunque molto amaro per il monegasco dall’assalto di Max Verstappen.

Nel parco chiuso, Leclerc riceve le congratulazioni e la solidarietà di entrambi i piloti Mercedes. Hamilton, in particolare, consola il suo rivale assicurandogli di avere un futuro davvero luminoso davanti a sé.

Charles Leclerc, Ferrari - Bahrein 2019, Formula 1
Un Leclerc amareggiato al termine del Gran Premio del Bahrain 2019. – skysports.com

«I’m joking!»

‘Scherzo!’ ammette Leclerc, uscendo da curva 13 al comando del Gran Premio del Bahrain 2022. Il pilota della Rossa muove un primo, importante passo in quella direzione luminosa indicata da Lewis Hamilton tre anni fa. Lo fa con la freddezza del veterano, dominando la pressione di dover interrompere un digiuno di vittorie che va avanti da oltre due anni. Con fiducia nei propri mezzi e consapevolezza che i risultati che solo l’anno scorso sarebbero apparsi episodici adesso sono un obiettivo concreto.

C’è anche un pizzico di ironia nel richiamare in radio una grande delusione, quella del 2019, che forse il giovane Charles non si era lasciato del tutto alle spalle. Ma soprattutto, c’è una determinazione che neanche un biennio difficile, fatto di delusioni, sfortune e un pacchetto tecnico non all’altezza, ha potuto scalfire.

Sventola la bandiera a scacchi per Charles Leclerc, che vince il Gran Premio del Bahrain, primo appuntamento della stagione 2022 di Formula 1. È la terza vittoria in carriera per il pilota monegasco. Ciò che il deserto ha tolto in passato, domenica scorsa è stato finalmente restituito.

Charles Leclerc, Ferrari - Bahrain 2022, Formula 1
Leclerc al parco chiuso dopo la vittoria nel Gran Premio del Bahrain 2022. – @ScuderiaFerrari via Twitter

Claudio Scalia

Classe '98, studente di Lingue e appassionato di corse. Sono venuto un po' pallido nella foto profilo.

Un pensiero su “Formula 1 | Il deserto toglie, il deserto restituisce

  1. Gli aspetti più interessanti del quadro psicologico di Leclerc maturato negli ultimi tre anni presentati in un modo accattivante e coinvolgente come farebbe un regista, senza tralasciare gli eventi chiave dell’ultima gara; idea originale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto