Home » Formula 1 » Sainz rosso di rabbia a Imola: dopo il rinnovo un altro DNF

Sainz rosso di rabbia a Imola: dopo il rinnovo un altro DNF

Il rinnovo prima del weekend a Imola – e dopo il DNF del GP d’Australia – sembrava un messaggio ben preciso: Sainz è in Ferrari perché lo merita e la Scuderia crede in lui. Anche questo fine settimana l’ha visto come protagonista, ma non proprio in positivo: dopo un venerdì difficile c’è stato il sabato che ha portato speranza; la domenica, tuttavia, è crollato di nuovo.

Chiude così con 0 punti il weekend di Imola, così come aveva chiuso con 0 punti a Melbourne.

ll venerdì

L’annuncio del rinnovo di Sainz arriva giovedì 21 aprile, il giorno prima del via del weekend di Imola. Nonostante il risultato negativo in Australia, la Scuderia è sicura di volergli dare fiducia e lui è onorato di rappresentare questa squadra. Il suo obiettivo è aiutare Ferrari a vincere sia il campionato costruttori che quello piloti.

@carlossainz55 on Instagram

Così il venerdì si parte con una consapevolezza in più: la storia tra Sainz e la Scuderia Ferrari durerà fino al 2024.

Le FP1 vedono Leclerc primo e Sainz secondo al termine della sessione. Ciò fa ben sperare la Rossa dato che nel pomeriggio si tengono già le qualifiche, visto il format del weekend. Qua però la situazione non sorride allo spagnolo: durante il Q2 va a muro alla Rivazza. Era secondo prima di andare fuori. Chiude comunque con un decimo posto e con una speranza: la F1 Sprint del sabato.

Il sabato

Durante le FP2 del sabato Sainz si piazza sesto, ma la sfida decisiva si terrà al pomeriggio.

Ed è infatti durante la F1 Sprint che si riscatta dal venerdì negativo: recupera di ben sei posizioni (da P10 a P4), guadagna punti e si piazza accanto alla Red Bull di Sergio Perez per la partenza del Gran Premio. C’è soddisfazione e felicità: Carlos è pronto per dare tutto quello che può in gara e svoltare ancora più in positivo un weekend iniziato con una nota amara.

@carlossainz55 on Instagram

La gara

Arriva la domenica e le speranze sono a mille: dopo la rimonta in Sprint dovrebbe essere tutto in discesa. Nulla può rovinare le speranze di Sainz e la scuderia per il finale del weekend di Imola a cui sono accorsi migliaia di tifosi. Lo sport però è imprevedibile ed un singolo errore può mandare a monte una gara anche a pochi secondi dall’inizio.

Un contatto tra Ricciardo e Sainz in curva 2 fa uscire di strada entrambe le auto. Il pilota McLaren riesce ad uscirne, ma lo spagnolo rimane bloccato nella ghiaia. Niente da fare, è di nuovo ritiro. Il secondo ritiro di fila.

La direzione gara non ha ritenuta necessaria l’investigazione, classificando il contatto come un incidente di gara.

Dichiarazioni

Tanto amaro in bocca per Sainz, che a fine gara ha così parlato ai microfoni di Sky Sport: “Siamo partiti male e dobbiamo analizzare il perché. Era una gara lunga ed era sul bagnato, anche partendo male era possibile recuperare posizioni. Quello che è successo in curva 2 è un incidente di gara, Ricciardo ha perso la macchina sul cordolo e mi ha sbattuto fuori. Io gli avevo lasciato uno spazio più che sufficiente”.

Quando gli viene chiesto, poi, quanto è difficile da mandare giù questa delusione per la seconda gara di fila – soprattutto dopo la grande rimonta del sabato – lo spagnolo risponde così: “È un momento difficile. Avevo voglia di correre sul bagnato, ma non ho avuto questa fortuna questo weekend. Sono due gare consecutive che non faccio più di due giri e mi manca anche il rodaggio con la macchina che mi piacerebbe avere in questo momento. Ma questo sport è così. In momenti come questo devo rimanere positivo e fare bene il mio lavoro, i bei momenti arriveranno“.

Cerca, quindi, di rimanere positivo e lo fa capire anche tramite i suoi social dove dice di essere sicuro del fatto che questo brutto momento verrà svoltato.

@carlossainz55 on instagram

Ora testa a Miami, dove Sainz cercherà di riprendersi tutto quello che ha perso nelle ultime due gare e soprattutto di dimostrare a tutti – e a sé stesso – di poter dar molto alla Scuderia Ferrari e ai suoi Tifosi.

Stefania Demasi

Studentessa di Relazioni Pubbliche e grande amante dello sport. Il mio sogno da sempre è proprio quello di lavorare in questo mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto