Home » Formula 1 » F1 | Verstappen vince in Spagna e diventa leader del campionato

F1 | Verstappen vince in Spagna e diventa leader del campionato

Max Verstappen vince il Gran Premio di Spagna davanti al compagno di squadra Checo Pérez, portando la Red Bull in testa ad entrambe le classifiche. La Ferrari si deve accontentare del quarto posto di Carlos Sainz, dopo lo sfortunato ritiro di Charles Leclerc. In casa Mercedes un meraviglioso George Russell sale sul podio, mentre Lewis Hamilton conclude quinto dopo un’ottima rimonta.

Fortunata doppietta Red Bull

Era il 15 maggio 2016 e un giovane Max Verstappen vinceva il suo primo Gran Premio. Oggi, a distanza di sei anni, quello stesso ragazzo vince, da Campione del Mondo in carica, il suo ventiquattresimo Gran Premio. Ancora una volta il circuito di Montemelò sorride all’olandese, che porta a casa la terza vittoria consecutiva, dopo quella di Imola e di Miami, trovandosi così in testa alla classifica piloti. La vittoria di Verstappen è arrivata in maniera inaspettata: a inizio gara, infatti, l’olandese non aveva il passo per stare dietro la rossa di Leclerc, tanto che al nono giro, a causa di un errore, si è ritrovato in quinta posizione. Max ha dovuto anche fare i conti con un DRS che non funzionava, mettendolo in difficoltà nel momento in cui doveva superare la W-13 di George Russell. Nonostante ciò, non ha mai perso terreno nei confronti degli avversari ed è riuscito ad approfittare, prima, del ritiro di Leclerc e, poi, dell’ordine di scuderia dato al suo compagno, che gli ha lasciato la strada spianata verso la vittoria.

La scuderia di Milton Keynes completa la doppietta con il secondo posto di Checo Pérez, non troppo entusiasta di aver dovuto lasciare la posizione al suo compagno di squadra. Grazie alla doppietta spagnola, la Red Bull supera la Ferrari anche nella classifica costruttori.

@MaxVerstappenOfficialAccount

La Spagna non sorride alle Ferrari

Alla vigilia della gara si prospettava un ottimo weekend per le Ferrari in Spagna, soprattutto dopo il colpo da maestro riuscito a Leclerc durante le qualifiche del sabato. Ma la Dea Bendata non ha voluto così. Al ventisettesimo giro di gara il motore tradisce il monegasco, mentre aveva una dozzina di secondi di vantaggio sugli inseguitori, dopo essere scattato in testa dalla pole position. La Ferrari F1-75 sembrava imprendibile per tutti, ma ci ha pensato il turbo ad appiedarlo. Il monegasco colleziona il primo ritiro e perde la testa del mondiale piloti. Charles si è comunque mostrato ottimista per una monoposto che sembra aver ridotto il gap tecnico con le Red Bull.

Dall’altro lato, in casa Ferrari, non si respira lo stesso ottimismo. La gara di Carlos Sainz non è stata certo all’altezza delle aspettative. Il beniamino di casa sbaglia la partenza, perdendo subito due posizioni. Qualche giro dopo fa un dritto per un colpo di vento e finisce nella ghiaia. A partire dal quel momento non è più entrato nel vivo della gara. A fine corsa ha anche ammesso di non sentirsi ancora totalmente a suo agio con la monoposto e che lavorerà a lungo per migliorare.

@ScuderiaFerrari

Sono tornate le Frecce d’argento?

Per la Mercedes è stato un weekend tutto sommato abbastanza positivo. George Russell ha conquistato il terzo gradino del podio e per tutta la durata della gara ha dato prova del suo enorme talento. Il compagno di squadra si è invece reso protagonista di un’incredibile rimonta, dalle retrovie fino al quinto posto. Il campione britannico tira fuori dal cilindro una prestazione delle sue e zittisce le critiche delle ultime settimane. Sembra quindi che la W-13 sia davvero migliorata, vedremo la Mercedes buttarsi in mezzo alla mischia per il mondiale?



Elisa Lecis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto