Home » Formula 1 » Le Pagelle del GP di Francia

Le Pagelle del GP di Francia

Se anche quest’anno, perlomeno nei primissimi giri, sembrava che il Paul Ricard ci avrebbe regalato anche quest’anno una gara da trascorrere interamente addormentati sul divano almeno un minimo ci sbagliavamo. Un GP di Francia probabilmente non dinamico come altre gare dell’anno ma sicuramente più movimentato delle precedenti edizioni. Chi fra i piloti avrà però dato il meglio di se?

Mercedes, Voto: 8,5

Contro ogni aspettativa dopo le performance un po’ sottotono degli scorsi giorni la scuderia di Brackley conquista finalmente per la prima volta nella stagione un doppio podio e si avvicina pericolosamente alla Ferrari nel campionato costruttori. La Mercedes sta davvero tornando?

Max Verstappen, Voto: 9

Non commettere mai errori in gara insieme all’avere una vettura performante permette di vincere mondiali. E se RedBull e Verstappen saranno in grado di contunuare a conciliare le due cose come nella gara di domenica non sarà così difficile ottenere il titolo.

Sergio Perez, Voto: 5,5

Se il tuo compagno di team vince la gara, una Ferrari è fuori gioco e l’altra ha varie penalità tu da secondo pilota non puoi permetterti di essere fuori dal podio. Eppure è proprio giù da esso che conclude il messicano, fregato da Russell in ripartenza da Virtual Safety Car.

Carlos Sainz Jr, Voto: 8,5

Driver of the day meritato, dopo una grandiosa rimonta dalla 19esima casella da cui era stato costretto a partire. Peccato per la penalità di 5 secondi non dipesa in alcun modo da lui senza la quale avrebbe potuto tranquillamente giocarsi il podio.

carlos sainz gp di francia
by scuderiaferrari on twitter

Lando Norris, Voto: 6+

Nonostante la bella qualifica del sabato che gli ha permesso di partire in quinta posizione la gara di Lando non è poi andata altrettanto bene, sebbene abbia comunque portato a casa i sei punti della settima piazza. In partenza è precipitato e in gara si è anche fatto fregare da Alonso.

Daniel Ricciardo, Voto: 6–

Riesce a giungere alla bandiera a scacchi in Top10 ma il suo GP resta piuttosto mediocre. La McLaren come vettura sembra decisamente in crescita ma l’australiano deve iniziare a concretizzare qualcosa in più. Dopotutto perde sempre il confronto con chi si scontra in pista e con Norris…

Fernando Alonso, Voto: 8

Primo degli altri. Non riesce ad emulare il passo e i tempi di chi gli era davanti ma si diverte a “rovinare” la gara di Norris fregandolo portandolo ad avvicinarsi e a buttare la qualità delle gomme. Chiude il Gran Premio di Francia sesto e davanti al compagno di team Ocon.

Immagine
by alpinef1team on twitter

Sebastian Vettel, Voto: 6-

A differenza del compagno di squadra Stroll, Vettel era riuscito a superare il Q1 e a giungere quantomeno in Q2 il sabato. Questa miglior performance in qualifica non è stata sinonimo però di miglior performance della squadra anche la domenica. Nonostante infatti tutti i tentativi di superare il compagno a pochi giri dal termine il tedesco chiuderà il weekend ad un passo dal decimo posto.

Lance Stroll, Voto: 7

Discreta gara per Stroll che partiva 17esimo ma conclude a punti. L’Aston Martin infatti non riesce mai a rendere al cento percento il sabato in qualifica ed è oramai sempre obbligata a tentare rimontoni che non sempre ripagano i piloti con gli ambiti punti. In questo caso, grazie allo scatto iniziale e alla perseveranza, la conclusione di Stroll in Top10 solo sul finale è minacciata.

Tsunoda, Leclerc, Magnussen & Latifi: N.C.

I ritirati del weekend del GP di Francia sono stati 4. Tsunoda per colpa di quel contatto in partenza con Ocon; Magnussen e Latifi per un contatto causato da un errore del pilota Williams canadese ed infine Leclerc. Seconda metà di campionato che comincia nel peggiore dei modi per il monegasco, che stavolta per un suo errore vede allontanarsi sempre di più il sogno mondiale.

Gaïa Vanucci

Studentessa da anni appassionata di Motorsport: principalmente qui amo parlare di Formula 4 Italiana e di Formula Regional.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto