Home » Formula 1 » Virtual GP: è Enzo Fittipaldi a trionfare

Virtual GP: è Enzo Fittipaldi a trionfare

Al via questa sera la prima tappa del Virtual Gp,  format ideato dalla Formula 1, che durante la scorsa edizione ha visto protagonisti i volti noti del paddock e il cui trionfatore è stato George Russell.

Questa sera le gare proposte sono due: la sprint race nella quale correranno i piloti Esports Pro e la feature race dove saranno ospiti campioni del calibro di Vandoorne, Alex Albon, Marcus Armstrong, Oscar Piastri, Christian Lundgaard. 

                                                                       From:@pifitti On Instagram

Sprint race

 Brutto incidente  in partenza per le Williams ,la loro gara è da subito compromessa.

Guida il gruppo David Tonizza per la Ferrari, seguito da Dnai Moreno per la Mercedes.

 Bel duello quello ingaggiato da Fabrizio Donoso, pilota Alpine e Jarno Opmeer  che invece corre per la Mercedes. Riesce a tagliare il traguardo per prima il pilota del team tedesco.

La classifica finale di questa gara vede in pole David Tonizza seguito da Dnai Moreno e Brendon Leigh il quale nell’ultima curva è riuscito a superare il pilota della Red Bull Marcel Kiefer, garantendo così al cavallino il terzo posto.

Feature Race

L’ordine di partenza è quello deciso dai piloti Esports nella gara precedente. 

È un inizio spettacolare per le due Ferrari che si piazzano nelle prime due posizioni: Marcus Armstrong partito in pole riesce a mantenere la testa, seguito da Arthur Leclerc che supera la Mercedes di Davdson.

In terza posizione, a sorpresa, si piazza Jimmy Broadbent  con la McLaren; ma le sorprese non sono finite, Leclerc supera Armostrong e si porta in prima posizione.

Enzo Fittipaldi, partito in nona posizione, risale in quarta e ingaggia una lotta con Broadbent e riesce ad avere la meglio conquistando così la terza piazza.

Pietro Fittipaldi, fratello maggiore di Enzo, non vuole essere da meno, dalla quindicesima piazza si porta in quarta posizione. 

Intanto i due Ferrari continuano ad essere diviso ma meno di un secondo.

E si sa, i Virtual GP non sono proprio come le gare, i problemi di connessione costituiscono una variante; lo sa bene Alex Albon, che si è visto fuori dai giochi per qualche secondo. Ne ha fatto le spese, anche il pilota italiano Liuzzi, che si è ufficialmente ritirato al giro sedici. 

Al tredicesimo giro Pietro pitta  provando  l’undercut, sceglie la gomma media; quando esce dai box, è in quattordicesima posizione. Dopo un giro, è Leclerc a pittare, sceglie anche lui la media, si piazza in ottava posizione, la testa della corsa va  quindi a Marcus Armstrong. È la volta del pilota neozelandese di effettuare il pit, a lui però sono stati comminati 5 secondi di penalità per velocità elevata in pit lane. La testa della corsa è ora di Stoffel Vandoorne  il quale non ha ancora effettuato il pit.

 È stata una gara caratterizzata da numerose penalità, oltre quella del pilota Ferrari, sono stati sanzionati anche Salvadori, Davidson e Salvatori, la ragione è la stessa.

Al giro 23 Vandoorne effettua il pit stop ed è Arthur Leclerc a guidare il gruppo. La vita del monegasco non è facile, Enzo Fittipaldi,  infatti, non vuole perdere l’occasione di vincere. I due sono praticamente alla pari, si sorpassano e contro sorpassano fino a quando  Leclerc tenta di conquistare la testa della gara  ma finisce fuori e riceve una penalità.

 È Fittipaldi a vincere la prima gara di questa stagione del Virtual Gp, seguito da Stoffel Vandoorne e Arthur Leclerc. 

Non sarà sicuramente come un normale Gp eppure i Virtual Gp ci fanno divertire e sentire meno la mancanza della Formula Uno durante la pausa invernale.

                                                                                                                                        Federica Abonante

Federica Abonante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto