Home » Formula 1 » F1: Domenicali boccia l’idea della griglia invertita ma apre alla Sprint Race

F1: Domenicali boccia l’idea della griglia invertita ma apre alla Sprint Race

L’idea di avere una reverse grid ovvero una griglia invertita in Formula 1 è stata rifiutata, ma è ancora sotto considerazione la proposta di sperimentare le Sprint Race al Sabato in questa stagione. 

? @Motorsport Images

Le gare in griglia invertita sono state un argomento di discussione ricorrente in F1 negli ultimi anni, concentrandosi in particolare sul loro utilizzo per impostare l’ordine di partenza per una gara di qualificazione, con il risultato che poi imposta la griglia per il Gran Premio. Rapportare nuove idee con la tradizione si è rivelato difficile sotto la proprietà di Liberty Media, ma il nuovo CEO, Stefano Domenicali, afferma di aver già escluso una proposta. 

“Le reverse grids non si faranno”, ha detto Domenicali. “È qualcosa che posso dirti con certezza. Piuttosto è importante pensare a nuove idee per essere più attrattivi o interessanti. Non dobbiamo perdere l’approccio tradizionale delle corse. Lo abbiamo imparato nel periodo dove si cambiavano le qualifiche ogni due giorni, è stato qualcosa che ci ha scottati, quindi dobbiamo evitarlo”

“Pertanto ora penso che il formato sia abbastanza stabile. Quello che stiamo guardando è, quale potrebbe essere l’approccio della cosiddetta gara sprint del Sabato? Stiamo pensando se questo potrebbe essere testato quest’anno. Ci sono discussioni in corso con i team e penso che forse questa potrebbe essere un’ idea interessante “.

Le Sprint Race le conosciamo già rapportate alle formule minori, con la prerogativa di ridurre il gap di prestazioni tra le monoposto senza avere l’obbligo del pit stop e con griglia di partenza però invertita dalla Feature Race del sabato. Adesso andremo incontro ad una mini gara che non rimpiazzerà le qualifiche ma dove le varie prestazioni in pista rimarranno invariate e i team minori , già a corto di budget , dovranno far fronte a delle spese extra su eventuali incidenti e pezzi di ricambio. Questo potrebbe influire e non poco sul Gran Premio vero e proprio della Domenica. 

Una delle altre iniziative di Domenicali , sarebbe quella di dare più spazio ai piloti emergenti i quali hanno sempre meno tempo per abituarsi alle nuove monoposto e ritiene che non siano state date le giuste opportunità prima approcciarsi alla nuova stagione:

“Dobbiamo prestare ancora una volta attenzione ai rookies. “, ha osservato. “Perché oggi, con il fatto che abbiamo meno test, dobbiamo creare – non solo nelle prove libere, come già scritto nei regolamenti – ma magari nuovi eventi che evidenziano il fatto di focalizzare l’attenzione sulla squadra dei debuttanti.”

“Perché ora i parametri sono super solidi. OK, abbiamo già un numero molto, molto buono di giovani piloti in F1, ma non possiamo fermare questo flusso. Quindi penso che sia un’altra area in cui dobbiamo continuare a lavorare con i team per trovare la giusta soluzione, per evidenziare il valore di investire nei rookie, nelle accademie dei team e dei piloti “.

Imma Aurino

Imma Aurino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto