Formula 1
Report #FP3 F1 GP dell’ Emilia Romagna

Report #FP3 F1 GP dell’ Emilia Romagna


Il giovane Max Verstappen fa registrare uno strepitoso tempo con le soft guadagnandosi la prima posizione riuscendo a scendere sotto la soglia dell’1:15, 1.14.958. Davanti uno strabiliante Norris che si mette davanti il suo connazionale Lewis Hamilton. La Red Bull fa segnare anche i migliori tempi in tutti i settori.

All’alba della seconda giornata di prove vengono aggiornati i track limits: è possibile tagliare in curva 13 mentre dopo varie discussioni con i piloti, Masi ha chiarito che si potranno “attaccare” i cordoli agli apici della chicane 14-15.

Nella prima parte i top team tranne Verstappen provano il compound medio per riuscire a capire se sia possibile passare il Q2 con queste mescole. Il gap tra le mescole non sembra confermare le aspettative in quanto Gasly con la Alpha Tauri fa registrare un fantastico 1:15,890 portando la differenza a solo 0.4.

L’aggressività di Hamilton si vede cancellare un miglior tempo sulle rosse a causa di un largo alla Piratella. Mentre Bottas fa segnare un giro pulito.

Il rookie dell’Alpha Tauri molto innervosito dal traffico nell’ultima parte della sessione che non riesce a districarsi tra il traffico trovandosi solo dodicesimo a confronto del suo compagno di squadra che tira fuori tutto il potenziale della sua vettura.

La Mclaren in ombra per tutte le precedenti sessioni ma Norris fa registrare ottimi tempi con entrambi i compound. Al contrario il suo compagno di squadra Ricciardo è distante 9 decimi dall’inglese. Un po sottotono l’australiano.

L’Alfa Romeo non perde tempo e scende in pista con Raikkonen con gomma rossa ma li vediamo protagonisti di molti fuori pista e qualche testacoda soprattutto a fine sessione a causa di un problema al riscaldamento delle gomme.

Mazepin cerca il limite soffrendo di sottosterzo al Tamburello. Non si trattiene al confronto del suo cauto compagno di squadra, Mick Schumacher, concludendo una sessione pulita.

Dopo una buona prestazione di ieri , la Williams scende in pista per provare subito giri da qualifica ma dopo pochi minuti Latifi perde il posteriore e la mette al muro alla Villeneuve causando una bandiera rossa. Danneggia l’ala ma riesce a rimetterla in pista e tornare ai box.

Anche le due Ferrari sono alla ricerca del limite con la gomma gialla , molti tempi cancellati e imprecisioni ma ritroviamo molti miglioramenti.

La sessione si conclude con le consuete prove di partenza. Vi lascio con la classifica completa e ci ritroveremo tra solo due ore per le qualifiche!

Tags :

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: