Home » Formula 1 » Spa-Francorchamps: il maltempo colpisce ancora

Spa-Francorchamps: il maltempo colpisce ancora

Ancora una volta il circuito di Spa-Francorchamps è stato colpito dal forte maltempo degli ultimi giorni. Già precedentemente aveva subito dei danni, ma attualmente la situazione è critica.

Nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati forti disagi in tutta la regione del circuito belga e moltissimi danni. Questo mette a rischio la prossima 24 ore, che si terrà tra il 29 luglio e l’1 agosto, ma anche la FRECA, che dovrebbe correre il prossimo weekend.

  • Spa-Francorchamps
  • Spa-Francorchamps
  • Spa-Francorchamps

Come si osserva dalle foto, i danni sono tantissimi e molto gravi, specie nella zona di curva 17, la Blanchimont. Proprio per questo, i servizi della Provincia belga sono stati allertati.

Per il momento il circuito resta chiuso perché le apparecchiature elettroniche utili per i track limits e le bandiere sono danneggiate. Inizieranno presto i lavori per poter tornare alla normalità, per poter rivedere le vetture in pista.

Ecco la dichiarazione del circuito (quella completa la potete trovare qui) :

“La pista di per sé non è stata danneggiata ma i suoi dintorni non consentono di garantire le attività di oggi nelle condizioni di sicurezza necessarie allo svolgimento delle attività motoristiche: alberi minacciano di cadere , le recinzioni di sicurezza sono da sostituire e le infrastrutture di sicurezza da rimettere in funzione. Si è deciso di interrompere le attività del Circuito questo giovedì al fine di garantire la sicurezza di tutti e di ripristinare le infrastrutture al più presto. Inoltre, i servizi della Provincia hanno chiesto di liberare i servizi di emergenza per fornire assistenza alla popolazione.

Emma Letizia Vasile

Seguo da pochi anni il Motorsport, ma sono sempre stata appassionata di motori e informatica, per questo mi occupo della gestione web di Mult1formula e di tutti gli aspetti tecnici del team! Sono Emma, ho vent'anni e studio Tecnologie Forestali e Ambientali all'Università degli Studi di Padova.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto