Home » Formula E » E-Prix di Monaco: trionfo Vandoorne, disastro per le due Porsche

E-Prix di Monaco: trionfo Vandoorne, disastro per le due Porsche

Al via il sesto appuntamento stagionale della Formula E che dalla doppietta nelle strade romane passa allo storico tracciato monegasco.

In pole troviamo Mitch Evans (Jaguar TCS Racing), doppio vincitore all’E-prix di Roma nel weekend del 9 e 10 aprile scorso. A seguire Pascal Wehrlein, Jean-Éric Vergne (attualmente in testa al campionato piloti), Stoffel Vandoorne e Lucas Di Grassi.

Inizia l’E-Prix di Monaco cn una bella partenza di Mitch Evans, con Wehrlein che prova subito ad attaccare per la prima posizione. 5 le posizioni recuperate in partenza per Jake Dennis, mentre ai vertici le posizioni restano congelate.

Gara abbastanza statica, come al solito nel tracciato monegasco. Un problema tecnico per la vettura numero 10 di Sam Bird costringe il pilota al ritiro, mentre il compagno di squadra Evans continua ad essere in testa alla gara. A 30 minuti dalla fine la griglia inizia a movimentarsi con i primi attack mode. Duro duello fra Evans e Wehrlein per la prima posizione, l’attacco della Porsche però non va a buon fine. Lotta anche fra Frijns e Lotterer per la sesta e settima posizione.

Bella difesa di Da Costa su Dennis che quasi sbanda per attaccare il primo. Vergne supera Di Grassi con un bellissimo sorpasso, riprendendosi la quarta piazza mentre Evans perde due posizioni a causa dell’attack mode. Vandoorne, grazie alla potenza extra, riesce a superare Frijns e si trova ora quarto.

A 20 minuti e un giro dalla fine Wehrlein si mette in testa alla classifica, facendo scalare Vergne secondo. Il giro successivo, tuttavia, un problema alla Porsche di Wherlein lo costringe al sitiro, perdendo prima potenza alla curva del tabaccaio e fermandosi poi subito dopo l’uscita del tunnel, in un punto cieco. Full course yellow per liberare la pista dalla vettura che intralcia il resto della griglia, sfortunati Di Grassi e Vergne che così sprecano la potenza extra dell’attack mode.

Bandiera verde per gli ultimi 15 minuti di gara, Vandoorne ora è leader. Lotterer finisce però subito in barriera, perdendo la vettura e venendo poi toccato da Rowland. In pista ora la Safety Car, disastro per le due Porsche entrambe fuori nel giro di pochi giri.

Ultimi 10 minuti e si riparte. Frijns si prende la sesta posizione su Mortara grazie all’attack mode, superando poi anche Di Grassi ed Evans. La direzione gara decide di aggiungere 4.30 minuti per recuperare il tempo perso durante la Safety Car.

Conclude per primo l’E-Prix di Monaco Stoffel Vandoorne, con a seguito Mitch Evans e J.E. Vergne. Decima l’altra Mercedes di De Vries e 14esimo l’italiano Giovinazzi.

Il prossimo doppio appuntamento di Formula E, con il round 7 e 8, sarà a Berlino il 14 e 15 maggio!

Martina Spinello

Laureata in Economia all'Università degli Studi di Padova e studentessa magistrale di Entrepreneurship and Innovation, seguo la Formula 1 da quando Schumi vinceva i mondiali con la Rossa. Affascinata dall'aspetto economico e politico che sta dietro al Motorsport, scrivo per Multiformula articoli riguardanti le dinamiche che muovono il Circus.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto