Formula 1
Le Pagelle: Gran Premio del Bahrain

Le Pagelle: Gran Premio del Bahrain

Gran prova di Hamilton, delusione Mazepin. Bene ma non benissimo Ricciardo.

Si è concluso ieri sera al Sakhir, con la gara della domenica, il primo week-end di questo nuovo Campionato Mondiale di Formula 1. Vi siete per caso persi il Gran Premio, ma avete voglia di sapere come se l’è cavata la vostra squadra preferita? Qui di seguito troverete le pagelle assegnate da noi ad ognuno dei venti piloti in competizione, con la premessa che ogni giudizio assegnato è puramente personale. Se invece avete voglia di leggervi il riassunto del GP potete farlo qui.

Lewis Hamilton, Voto: 8,5

hamilton bahrain gp formula 1
Photo by Hasan Bratic via Getty Images

Con una Mercedes non al 100% della sua forma, il sette volte campione del mondo è riuscito a tenersi alle spalle, seppur con qualche difficoltà, l’agguerrito olandese. Merito sicuramente dell’esperienza dettata dai numerosi titoli iridati alle spalle (e forse di un via libera da parte di Max proprio negli ultimi giri).

Valterri Bottas, Voto: 6,5

Forse anche per colpa di un pit stop disastroso (fato ha voluto proprio sul medesimo circuito del celeberrimo errore che costò la vittoria a Russell lo scorso anno), il secondo pilota della scuderia tedesca non riesce a brillare particolarmente portando, nonostante tutto, a casa un podio, utile per il campionato costruttori ma non abbastanza per la lotta al titolo tanto desiderato.

Max Verstappen, Voto: 9

Ammettiamolo, il vincitore morale di tutti noi è proprio lui. Finalmente una parvenza di scontro maggiore fra le due potenze del mondiale, smontata completamente da un sorpasso in curva quattro da parte di Max per conquistare una posizione che nemmeno un giro dopo avrebbe dovuto cedere per evitare problemi. Noi in lui ci crediamo, quest’anno potrebbe dare del bel filo da torcere all’inglese.

Sergio Pérez, Voto: 7,5

Povero povero Checo. Per caso voi lo ricordate un Gran Premio al circuito di Sakhir in cui il messicano non sia partito dal fondo? Ma soprattutto in cui non si sia rimboccato le maniche macinando sorpassi su sorpassi? Forse la qualifica del sabato non sarà stata delle migliori, ma la domenica non ci è dispiaciuto affatto.

Lando Norris, Voto: 7,5

lando norris mclaren bahrain gp
Photo by Dan Istitene via Getty Images

Assolutamente spettacolo quello che nei primi giri ci regala insieme a Leclerc. Una volta davanti al monegasco, il ventunenne è riuscito a restare davanti a lui per tutta la gara e a conquistare un meritato quarto posto. Lui è il veterano in casa McLaren e si vede.

Daniel Ricciardo, Voto: 6+

Macchina nuova, squadra nuova. Si deve chiaramente ancora abituare. Gara pulita senza intoppi ma con qualche giro in più sarebbe probabilmente stato superato da Sainz e la sua Ferrari. E’ rimasto anche alle spalle del compagno di squadra.

Lance Stroll, Voto: 6-

Dati i risultati dello scorso anno della Racing Point, un po’ tutti si aspettavano qualcosa in più dal team Aston Martin, in particolare dal veterano canadese che è in squadra da ben prima del suo compagno. Si riprenderà?

Sebastian Vettel, Voto: 4

Weekend nero per il tedesco. Reduce da una stagione no lo scorso anno in Ferrari, non è decisamente partito col piede giusto. Si deve sicuramente abituare al nuovo team ma, fra alcuni errori in gara (ad esempio lo scontro con Ocon) e le mille penalità ricevute, chiaramente aspirava a qualcosa di meglio.

Esteban Ocon, Voto: 4,5

Qualifiche per nulla brillanti per il francese e gara altrettanto mediocre che chiude in tredicesima posizione. La macchina non è al top, ma lui non ha decisamente spiccato questa domenica.

Fernando Alonso, Voto: 6

Il grande ritorno di Alonso in Formula 1 non è stato purtroppo molto grandioso. Problemi ai freni e la gara che doveva celebrare la sua rinnovata presenza per lui finisce. E’ stato sfortunato, senza quell’intoppo l’avremmo quasi sicuramente visto a punti con un’Alpine chiaramente non perfetta.

Charles Leclerc, Voto: 7-

Il monegasco, all’alba del suo terzo anno con la rossa e dopo una quarta piazza conquistata in qualifica, tenta di restare il più davanti possibile con una vettura che patisce un po’ l’usura delle gomme. Le intenzioni c’erano, vediamo se verranno concretizzate in futuro.

Carlos Sainz Jr, Voto: 6,5

carlos sainz ferrari bahrain gp
Photo by Clive Mason via Getty Images

Team nuovo anche per il secondo spagnolo di questa griglia, ma che dimostra già di essersi ambientato bene in questa Ferrari forse un po’ più buona di quella dello scorso anno. I suoi sorpassi sui sei titoli mondiali Vettel e Alonso ci sono piaciuti molto.

Pierre Gasly, Voto: 4

Dopo il contatto iniziale con Ricciardo, il francese dell’Alphatauri non si riprende più. Una gara trascorsa perennemente nelle retrovie e che lo ha visto pure costretto al ritiro. E pensare che la sua qualifica era andata benissimo!

Yuki Tsunoda, Voto: 7,5

Il rookie giapponese porta con se tanta grinta e voglia di fare. Prima gara primi punti, forse con una qualifica migliore ci avrebbe fatto sognare ancora di più. Promosso a pieni voti.

Kimi Raikkonen, Voto: 6,5

Il finlandese porta la sua Alfa Romeo quasi in zona punti e dimostra che questi venti anni in formula 1 gli hanno regalato un’esperienza impagabile. Sorpassi niente male.

Antonio Giovinazzi, Voto: 6+

Anche il pilota italiano si ritrova ad avere la possibilità di entrare in zona punti ma, per via di un cambio di gomme andato male, si deve accontentare del 12° posto.

Mick Schumacher, Voto: 6-

mick schumacher haas bahrain gp
Photo by Hasan Braticvia via Getty Images

Il campioncino tedesco di F2 dello scorso anno si ritrova su una monoposto decisamente inferiore alla maggioranza di quelle in gara e sicuramente ha provato a far quel che poteva. L’ultimo posto non glielo toglie nessuno ma almeno ha completato tutti i giri previsti.

Nikita Mazepin, Voto: Non classificabile

Sarà per colpa dell’inesperienza del rookie, sarà per via della macchina disastrosa, fatto sta che il russo il controllo della monoposto non lo riesce proprio a mantenere per nemmeno un chilometro. Anche se, dati i numerosi spin durante le varie sessioni di prove libere, forse è proprio quello che un po’ tutti si aspettavano.

George Russell, Voto: 6+

Come al solito è riuscito a tenersi alle spalle il compagno Latifi (su cui nemmeno mi spenderò a parlare), ma fin qui non c’erano grandi dubbi. La Williams continua ad essere una macchina pessima ma forse quest’anno sarà un’altra la peggiore. Il miracolo l’ha fatto sabato portando la monoposto in Q2, magari poteva puntare alla top ten dati i vari ritiri, ma non ci lamentiamo. La stagione è lunga.


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: