Home » Formula 1 » Le Pagelle: Gran Premio di Russia

Le Pagelle: Gran Premio di Russia

La Mercedes trionfa ancora a Sochi. Sorpresa vedere Verstappen a podio ma Norris lontano.

Cos’è che dicevamo tutti a inizio weekend? Ah si, “che bello finalmente è race week, peccato sia quella del GP di Sochi”. Talmente era scontato che la gara ci avrebbe portati tutti ad appisolarci sul divano che la Russia ha deciso di ribellarsi e regalarci uno dei Gran Premi più movimentati dell’anno. Uno di quelli che ti tengono attaccato al televisore, che ti fanno arrivare a fine gara col fiatone. Siete stati sfortunati e vi siete però persi il GP? Non c’è problema! Potete leggere le nostre pagelle ai piloti.

Lewis Hamilton, Voto: 8-

E sono 100 le vittorie per Lewis Hamilton in Formula 1. Numero da record, che si aggiunge ai tanti già conquistati dall’inglese. Parte malino facendosi superare parecchio, inizia a recuperare e sul finale si ritrova secondo appena dietro alla McLaren numero 4. Non ha abbastanza ritmo per raggiungerlo e senza la pioggia molto probabilmente non lo avrebbe preso.

Valtteri Bottas, Voto: 5,5

Fortunato. Domenica Valtteri Bottas è stato fortunatissimo. Gara inutile condotta nelle retrovie dove, a differenza degli altri partiti dal fondo non è stato in grado di recuperare davvero posizione eppure infine si ritrova non solo in Top10 ma addirittura in quinta posizione.

Photo by Bryn Lennon/Getty Images

Max Verstappen, Voto: 8+

Meglio di così, all’alba di domenica e pensando all’ottica mondiale, Max Verstappen non poteva chiedere. A partire è stato l’ultimo fra gli ultimi cambiando la PU ma non si arrende e riesce a tornare in alto nonostante la pista proibitiva e che non permette grandi sorpassi. Incredibilmente arriva appena dietro a Hamilton, perde la leadership del mondiale ma per soli 2 punti.

Sergio Pérez, Voto: 6+

Perez è stato uno dei piloti penalizzati dall’ultimo pit stop. Non rientra subito a montare pneumatici da bagnato e questo gli fa perdere alcune piazze. Chiude nono. Serve qualcosa in più per riprendere la Mercedes in campionato costruttori.

Lando Norris, Voto: 6,5

Che gara assurda quella di Norris. Sia con accezione negativa che positiva. Sabato fa la sua prima pole in carriera (risultato che forse già a Spa sarebbe arrivato) e domenica, nonostante la posizione inizialmente persa, non molla nemmeno per un istante allungando sugli avversari nel tentativo di collezionare la prima vittoria in F1 della sua vita. Paga alla fine la scelta di non ascoltare il muretto, decisione che però dimostra la determinazione ma anche inesperienza del ragazzo.

lando russia
Photo by Dan Istitene via Getty Images

Daniel Ricciardo, Voto: 7,5

L’ottimo risultato di oggi dimostra che quello di Monza non è stato (almeno per ora) un fuoco di paglia. L’australiano ci ha messo il suo tempo ma ora sembra essersi davvero ambientato nel team. Forse però con un risultato migliore da parte di Norris la McLaren avrebbe allungato drasticamente il vantaggio sulla Ferrari.

Sebastian Vettel, Voto: 6-

Anche stavolta il tedesco non riesce a concludere nulla di buono. Durante il GP ha battagliato bene e a lungo ma anche lui, con l’arrivo dell’acquazzone, è stato vittima dei pit stop effettuati all’ultimo. Arriva alla bandiera a scacchi dodicesimo e dietro al compagno di squadra.

Lance Stroll, Voto: 6

Il pilota della Aston Martin inizialmente scatta molto bene portandosi in quarta piazza. Si porta dietro a Russell che però non riuscirà mai a sorpassare (solo dopo la sosta sbagliata di quest’ultimo guadagnerà la posizione). Il gran premio proseguirà poi abbastanza liscio per lui per poi concludersi non proprio nel migliore dei modi con un’altro risultato fuori dalla zona punti.

stroll russell sochi
Photo by Dan Istitene via Getty Images

Fernando Alonso, Voto: 7

Vederlo terzo per un istante deve aver fatto sognare molti, diciamocelo. Rimonta bene all’inizio, mantiene bene la sua posizione e infine raccoglie punti preziosi.

Charles Leclerc, Voto: 7+

Cambio di Power Unit, partenza dal fondo e gara tutta da ricostruire. Il monegasco non si abbatte e con tutte le posizione recuperate nel favoloso primo giro a fine giornata sarà il pilota ad aver effettuato più sorpassi quel pomeriggio. Non cambiando subito pneumatici perde l’opportunità di andare a punti ma permette a Carlos di portarsi a casa il terzo podio dell’anno.

Carlos Sainz Jr, Voto: 8

Come coronare meglio che con un meritato podio un weekend andato, fin dall’inizio, nel verso giusto? Non ci viene in mente proprio nient’altro. Qualifica quasi perfetta, partenza addirittura meglio e conseguenti primi giri da leader del GP al volante della Rossa per lo spagnolo. Il primo pit non l’avrà di certo aiutato ma la seconda sosta gli ha portato il terzo posto.

sainz norris
Photo by Bryn Lennon/Getty Images

Alphatauri, Voto: 5

Con entrambe le vetture fuori dai punti (e non solo una come al solito) questo probabilmente si è dimostrato uno dei peggiori weekend per la squadra con sede a Faenza. Tsunoda, nonostante l’estensione del contratto anche al prossimo anno, non mostra neanche stavolta particolari sprazzi di talento. Gasly dal canto suo un po’ durante la gara ha provato a rimontare e rimediare alla disastrosa qualifica. Peccato per il contatto causato da Stroll sul finale.

Kimi Raikkonen, Voto: 7++

Un ritorno col botto per Kimi. E’ sembrato quasi che, fra i due piloti dell’Alfa, quello a non assentarsi fosse stato proprio lui. E’ tornato al volante più carico che mai e ci ha fatto piacere rivederlo sia in pista che in zona punti.

russia kimi
Photo by ALEXANDER NEMENOV/AFP via Getty Images

Nikita Mazepin, Voto: 5-

Il GP di casa è arrivato anche per Nikita! Purtroppo per il russo i risultati non sono migliorati eccessivamente grazie al supporto dei fan. All’inizio nel caos recupera posizioni ma poi, poco prima del ritiro di Mick, viene superato anche dal tedesco. Termina ultimo fra quelli ad aver portato a termine la gara.

George Russell, Voto: 7+

Per la quarta volta nel corso di 5 Gran Premi l’inglese è riuscito ad arrivare in Top10, risultato che fino a qualche mese fa era impensabile. Russell anche Sochi ha provato di sapersela cavare eccezionalmente bene sul bagnato e in qualifica riesce a conquistare una notevole terza piazza, posizione che a lungo è stato in grado di mantenere domenica.

Non Giudicabili: Schumacher e Latifi

Dopo la delusione durante le qualifiche per aver mancato di un soffio il Q2 Mick forse sperava di riscattarsi un po’ partendo eccezionalmente dalla settima fila. Purtroppo così non è stato: nella confusione della partenza viene superato da Mazepin, dopo un po’ lo riprende ma problemi alla monoposto lo costringeranno a ritirarsi. Latifi invece è stato alle prese con un weekend totalmente anonimo e domenica non è riuscito neanche a terminare la gara.

Gaïa Vanucci

Frequento il quinto anno di Liceo Scientifico e sono appassionata di Motorsport: principalmente qui parlo di Formula 1, di Formula 4 Italiana e di Formula Regional Mediorientale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto