Home » Formula 2 » F2 || I protagonisti del 2022: Théo Pourchaire

F2 || I protagonisti del 2022: Théo Pourchaire

Uno sguardo agli sponsor e partners del pilota francese

Théo Pourchaire nasce in Francia, precisamente a Grasse, il 20 agosto 2003. Come tanti giovani inizia la sua carriera nei kart, dove inizia a competere a nove anni, ottenendo subito molte vittorie in diversi campionati. La sua carriera si snoda poi attraverso tutte le formule minori nella sequenza classica, F4, F3 e attualmente F2. La stagione 2022 sarà la seconda che Théo gareggerà in F2, dove ci aspettiamo sia uno dei protagonisti. Il francese vanta infatti l’appoggio di realtà importanti, come sponsor e Academy, che stanno puntando fortemente sulla sua carriera per portarlo a livelli alti.

La F4 e la FFSA Academy

Théo nelle formule minori inizia a competere nella F4 francese nel 2018, vincendo il campionato junior nella sua stagione da rookie. Con la sua partecipazione nella F4 francese, Théo entra a far parte della FFSA Academy, team che lo ha accompagnato durante quell’esperienza. La FFSA Academy è una realtà nata nel 1933 a Le Mans, con lo scopo di preparare i giovani piloti e meccanici francesi per portarli a poter competere ai più alti livelli nel mondo del Motorsport. La FFSA offre ai suoi atleti sia un centro dedicato all’istruzione scolastica che uno rivolto all’allenamento e alla preparazione fisica.

Spesso i giovani con il sogno di diventare piloti riservano il loro tempo, dall’infanzia all’adolescenza, esclusivamente alla loro carriera sportiva. Molti infatti trascurano la propria preparazione scolastica incentrando le proprie energie solo nelle attività legate alle gare, che spesso li portano ad essere in giro per il mondo. L’obiettivo della FFSA è quindi offrire ai propri giovani un’adeguata preparazione scolastica, facendola coesistere con la carriera sportiva, non dovendo far scegliere ai giovani una sola strada escludendo l’altra. Oltre a questo, l’Academy promuove anche l’immagine dei propri atleti, avendo creato negli anni una forte rete di marketing. Pourchaire, come gli altri membri, ha avuto quindi l’opportunità di intraprendere la propria carriera da pilota e allo stesso tempo di dedicarsi anche allo studio, completando il proprio percorso scolastico nel giugno 2021. Attualmente la FFSA Academy sta riponendo ancora la propria fiducia in Théo, avendo stretto con lui una partnership importante.

@theopourchaire21 on Instagram

Il Sauber Junior Team

Nel 2019 Théo corre nuovamente in F4, passando al campionato tedesco e vincendolo alla sua prima stagione. I suoi risultati, fin da subito convincenti, diventano evidenti anche ai vertici alti del Motorsport. La scuderia di F1 Alfa Romeo decide infatti di offrirgli un posto nel Sauber Junior Team, il loro vivaio per i giovani piloti. I frutti del loro vivaio sono evidenti a tutti, sono stati proprio loro a portare alla luce piloti del calibro di Sebastian Vettel, Kimi Räikkönen, Sergio Pérez, ma soprattutto Michael Schumacher.

L’idea di un programma per i giovani è nata sotto gli occhi del team principal e CEO Frédéric Vasseur, con il fine di fornire ai propri atleti tutti gli strumenti necessari per facilitare il loro percorso verso la F1. L’Academy offre, infatti, strutture per l’allenamento sia fisico che mentale, creando dei programmi sia durante la stagione che dei programmi dedicati, nelle pause, alla preparazione per la stagione in arrivo. Pourchaire, nei suoi canali social, ha documentato le sue attività pre-stagionali in Svizzera, nella sede della scuderia. Grazie alla Sauber Academy ha avuto l’opportunità di capire il livello della sua preparazione fisica, facendo dei test medici approfonditi.

La Sauber Academy non offre solo un supporto per quanto riguarda la preparazione atletica, ma offre ai piloti anche il supporto tecnico dei propri ingegneri. L’offerta più prestigiosa messa a disposizione è però il simulatore, fornito anche per il lavoro dei giovani. Il simulatore permette infatti di replicare la realtà della pista in virtuale, per poter migliorare le proprie performance e stile di guida nei piccoli dettagli. Il lavoro al simulatore è davvero prestigioso, un’opportunità che non tutti possono permettersi. I costi per un simulatore sono davvero elevati, per questo le scuderie di F2 e F3 raramente possono offrire questo genere di strumenti ai propri piloti. Per questo, il supporto di un’Academy alle volte fa davvero la differenza per la preparazione di un pilota, che gode di servizi ai quali non avrebbe accesso senza l’appoggio di una grande scuderia.

@theopourchaire21 on Instagram

L’Alfa Romeo, oltre al suo supporto, ha regalato a Théo ciò che lui ha definito un sogno. Nell’agosto del 2021 il francese ha preso infatti parte ai test Pirelli, guidando per la prima volta nella sua vita una monoposto di F1 all’Hungaroring. Il francese non ha nascosto che per lui è stata la realizzazione di uno dei sogni che aveva fin da bambino, che non dimenticherà facilmente.

@theopourchaire21 on Instagram

La F3 e le prime esperienze in F2

Nel 2020 Théo inizia la sua avventura in F3 con il team ART Grand Prix. Il giovane francese non passa inosservato neanche in questa sua stagione da rookie in una nuova serie, diventando il pilota più giovane a vincere in F3. Nella sua brillante stagione arriva a podio per otto volte, conquistando due vittorie al Red Bull Ring e all’Hungaroring. La stagione 2020 è stata davvero molto combattuta, i risultati di Pourchaire li conquista in fotocopia al pilota della Prema Piastri, che con solo tre punti di vantaggio gli soffia il titolo. Nel 2020, oltre alla F3, Théo ha modo anche di esordire in F2, correndo gli ultimi due week-end di gara con HWA.

ART GP non vuole però separarsi dal suo giovane talento, e decide di promuoverlo come proprio pilota per la F2 a partire dal 2021. Già ad inizio stagione, nel secondo appuntamento del calendari a Monaco, Théo riuscirà a togliersi una grande soddisfazione. Tra le strade del principato guadagna la sua primissima pole, che sa di risultato sorprendente soprattutto per il distacco di quasi mezzo secondo dato al pilota che ha terminato la qualifica in seconda posizione. Nella feature race, dopo esser per l’appunto partito dalla pole, il pilota ART porta a casa la sua prima vittoria, stabilendo un altro record.

Pourchaire, grazie al primo podio di Monaco, è diventato infatti il pilota più giovane ad aver ottenuto una vittoria in F2. Nel corso della stagione riuscirà ad arrivare nel gradino più alto del podio solamente un’altra volta, nella prima sprint race a Monza. Il pilota ART concluderà la sua prima stagione in F2 quinto in classifica generale, risultando il secondo miglior rookie della stagione.

@theopourchaire21 on Instagram

Il presente

La nuova stagione di F2 è quasi alle porte e Théo è pronto per iniziare questo 2022 sportivo ancora una volta con ART GP, che lo ha riconfermato. Il pilota della ART può permettersi di gareggiare un’altra stagione in F2 poiché può contare anche sull’aiuto finanziario di alcuni sponsor importanti. Gli sponsor sono fondamenti per la carriera dei piloti nelle formule minori, in quanto economicamente hanno un supporto davvero importante per ricoprire i costi elevatissimi da pagare per gareggiare. Pourchaire, oltre al supporto della FFSA Academy e della Sauber Academy, ha stretto diverse partnership con realtà come Arai e Simumotion che hanno deciso di puntare su di lui, sperando di poterlo accompagnare anche in un ipotetico futuro in F1.

Avere al proprio fianco degli sponsor importanti in F2 è una garanzia davvero importante. Spesso infatti vediamo alcuni giovani che durante la stagione in corso sono costretti al ritiro dalla categoria per mancanza di fondi, non potendo contare su aiuti economici esterni. L’appoggio degli sponsor è un vero e proprio presitigio, che non tutti i piloti hanno la fortuna di avere. La serenità di chi, come Pourchaire, ha degli sponsor personali è sicuramente diversa da chi deve invece contare solo sulle proprie forze. Salvo eventi clamorosi, il giovane francese ha infatti la certezza di poter correre per intero tutta la stagione di F2, non dovendosi preoccupare del fattore economico ma focalizzandosi solo sull’azione in pista, che inizierà proprio domani in Bahrain.

@theopourchaire21 on Instagram

Alessia Luziani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto