Home » Formula 3 » Formula 3 » I Soldi o la Gloria?

I Soldi o la Gloria?

                             Quanto vincono i campioni delle serie minori? Scopriamolo insieme

                                                                        di Federica Abonante

                                                                             ?:Motorsport.com

Si sa, la Formula Uno è uno degli sport più costosi, ogni anno milioni di dollari vengono investiti e sono molti i giovani che si vedono costretti a rinunciare al loro sogno per una questione economica. 

Sotto i riflettori nell’ultimo anno è finito il sette volte campione del mondo: Lewis Hamilton, con i suoi 47 milioni di dollari è il pilota più pagato di tutto il circuito sportivo. Il suo contratto o meglio, il suo rinnovo, ha fatto parlare molto, ha acceso dubbi negli appassionati e ha fatto sospettare che ci potesse essere un cambiamento nel team più forte degli ultimi anni; Eppure, alla fine ha rinnovato ancora per un anno. 

I big del settore guadagnano dunque cifre da capogiro, nonostante ciò, anche nella stessa categoria maggiore, ci sono dai gap salariali molto importanti: in fondo alla classifica, e non solo nel mondiale, troviamo Antonio Giovinazzi con $500.000 e i due piloti Williams George Russell e Nicolas Latifi con $750.000. 

 E i giovani, invece? Coloro che corrono nelle serie minori, quanto guadagnano? 

La questione nelle serie minori non è semplice come sembra. Ormai, soprattutto a seguito della pandemia, i costi per correre sono notevolmente aumentati, i team sono in difficoltà ed anche la Academy che dovrebbero sostenere i giovani piloti e sopperire alle mancanze economiche, si vedono costretti ad effettuare tagli.

 La FIA , dunque, ha deciso di modificare il format di gara per ridurre i costi a cui ogni weekend si va incontro. 

Per quanto riguarda il montepremi in gioco in ogni categoria, la FIA mette in palio i premi divisi tra team e pilota; in Formula 2 e 3 al vincitore andranno $100.000 che gli saranno forniti quando si trasferirà in un altro campionato FIA e $200.000 divisi invece per i team classificatisi ai primi posti. Altri $100.000 andranno al rookie della stagione e $50.000 al secondo e terzo classificato. 

Il motivo della scelta discutibile della FIA è quella di incentivare i piloti a rimanere nel circuito competitivo della stessa e dall’altra di far sì che i team mettano a disposizione dei giovani talenti i sedili delle proprie monoposto. 

 Per quanto riguarda la Formula Regional, al vincitore e al team andranno $200.000 e ben 25 punti per la Superlicenza. Inoltre, la FIA ha ideato un nuovo programma “Formula Regional Global Challenge”, per dare la possibilità ai piloti di gareggiare sia in Formula Regional che nella F3 asiatica, e di conquistare i 43 punti della Superlicenza. 

 Allargando l’angolo di visuale, si annoverano tra le serie con il montepremi più alto le W series, alla vincitrice andranno $500.000, alla seconda $250.000 e alla terza $125.000

 Vincere le serie minori, dunque, non permette ai giovani piloti di pagarsi il sedile per la stagione successiva, soprattutto se si tiene in considerazione il fatto che un sedile di Formula 2 costa in media dai 2 ai 4 milioni di dollari. 

In questo, sono molto d’aiuto gli sponsor, che permettono ai piloti di avere le risorse necessarie per potersi sedere su un sedile e coronare il loro sogno. Ma la storia nel mondo dei motori è sempre la stessa, molte volte gli sponsor sono aziende dei genitori degli stessi, per cui, ancora una volta, sono i soldi ad avere l’ultima parola e il nostro rimane uno sport di élite. 

 Vincere le categorie minori sicuramente è un traguardo prestigioso nella carriera di un pilota, la gloria che ne consegue è tanta e l’attenzione da parte dei team della serie maggiore nei confronti dei nuovi talenti è rivolta proprio verso coloro che vincono di più; Conquistare i campionati minori permette ai giovani di guadagnare punti preziosi per la tanto discussa Superlicenza, la super patente indispensabile per arrivare a competere con una monoposto di F1. 

 La vittoria non garantirà il denaro necessario per un’altra stagione ma sarà un importante trampolino e una vetrina fondamentale per mostrare il proprio talento e poi la gloria dove la mettiamo?

Federica Abonante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto