Home » Formula 1 » Le Pagelle: Gran Premio di Stiria

Le Pagelle: Gran Premio di Stiria

Max domina anche questo weekend, bella ripresa da parte della Ferrari.

Questo weekend la Formula 1 si è spostata in Austria per il Gran Premio di Stiria e come ben sappiamo ci resterà anche tutta la prossima. Nonostante la scelta diversa che attuerà Pirelli per quanto riguarda gli pneumatici, possiamo dire che questo primo GP austriaco ci ha già dato un’idea di come potrebbero andare le cose anche la domenica che verrà. Se vi siete persi il Gran Premio di Stiria e vi va di recuperarlo potete leggere il nostro report della gara o invece qui sotto le nostre pagelle per vedere i voti che abbiamo assegnato a ognuno.

Lewis Hamilton, Voto: 7–

Qualifiche poco brillanti e gara che, soprattutto sul finale, è parsa praticamente buttata via dall’inglese. La Mercedes questa settimana non aveva palesemente il ritmo della squadra di casa ma qualcosa in più Hamilton poteva fare.

Valtteri Bottas, Voto: 7+

Finalmente un weekend positivo per Bottas che torna a podio dopo il Gran Premio di Spagna tenutosi lo scorso maggio. Affronta col piede giusto la penalità causata dallo spin in pitlane di venerdì che l’ha costretto ha partire dalla quinta posizione e, anche grazie al pit lento di Perez, riesce a conquistare il terzo posto.

Photo by Bryn Lennon/Getty Images

Max Verstappen, Voto: 9

Che gara signori. Bella pole e distacco più che notevole in gara sia dal resto del gruppo, sia dallo stesso Lewis Hamilton (che gli permette di effettuare il pit-stop in più). Doppia quasi tutti. Quest’anno non scherza e lo sta dimostrando gara dopo gara.

Sergio Pérez, Voto: 6,5

Il pit lungo questo weekend è capitato anche al messicano (seppur non terribile quanto quello che vedremo dopo…). Si riprende bene e verso la fine riesce quasi a raggiungere Bottas. Se si fosse qualificato meglio almeno il terzo posto era suo.

Lando Norris, Voto: 7,5

A Lando Norris, per ora, non ne sta andando una storta. Anche in caso di qualifiche sottotono (una costante a quanto pare per la McLaren quest’anno) riesce ad assicurarsi risultati solidi e a conquistare punti fondamentali per la lotta al terzo posto nel campionato costruttori del team papaya. Senza la sua costanza sarebbe un vero miraggio.

Daniel Ricciardo, Voto: 4,5

Se settimana scorsa sembrava essere tornato quello di sempre, stavolta invece riconferma il triste trend negativo che sta caratterizzando il suo primo anno in McLaren. Conclude dietro al compagno di squadra e lontano dalla zona punti.

Lance Stroll, Voto: 7

Stroll anche questo weekend è stato in grado di fare bene e di prendersi qualche punto che sicuramente non fa male. Riesce a vincere con facilità pure la sfida interna alla scuderia terminando la sua gara davanti a Vettel.

Photo by Bryn Lennon/Getty Images

Sebastian Vettel, Voto: 5–

Brutto sabato per il tedesco ma anche brutta qualifica. Finisce la sua gara in dodicesima piazza, davanti a una McLaren ma dietro a Stroll a bordo dell’altra Aston Martin e anche fuori dalla zona punti. Peccato, stava iniziando a fare bene.

Esteban Ocon, Voto: 4

Firmare per altri tre anni con l’Alpine gli ha fatto male, se non malissimo. Avere il sedile assicurato per il futuro prossimo non ti permette di mollare così. Soprattutto considerati gli scalpitanti giovani dell’academy che non aspettano altro che si liberi il tuo posto (vedi Zhou che venerdì 2 luglio prenderà parte alle sue prime FP1).

Fernando Alonso, Voto: 6,5

Anch’egli si è dimostrato migliore del compagno di team e non ha faticato a portarsi a casa i punti pure questa settimana.

Charles Leclerc, Voto: 7,5

Ripresa in casa Ferrari da parte di entrambi i piloti della scuderia. Quello che più ci ha colpite questo fine settimana è sicuramente il monegasco che, dopo il contatto iniziale con Gasly, dalle ultime posizioni è riuscito a risalire piano piano fino alla zona punti e oltre. E aveva alle spalle pure una sosta in più di quasi tutti quelli dietro! Pilota di giornata meritato.

Photo by Clive Rose/Getty Images

Carlos Sainz Jr, Voto: 7+

Bella gara anche per lo spagnolo che, dopo un weekend partito male con le sue qualifiche terminate già con il Q2. Non si scoraggia e domenica mostra un buon passo gara e termina ben sesto. Senza il problema del doversi sdoppiare da Hamilton sul finale avrebbe potuto benissimo mettere anche un po’ di pressione a Norris.

Yuki Tsunoda, Voto: 6-

Dati gli ottimi risultati nelle prove libere tutti si aspettavano grandi cose dal team di Faenza e forse anche la scuderia stessa ambiva a portarsi a casa qualche punticino in più. Peccato che, senza il ritiro di Russell, probabilmente Tsunoda in Top10 non ci sarebbe arrivato.

Antonio Giovinazzi, Voto: 6–

La sfortuna ha deciso questo fine settimana di toccare anche Giovinazzi che si ritrova in testacoda per colpa di Gasly. Perde quindi posizioni, ne recupera un po’ ma infine termina solamente davanti alle Haas e Latifi. Poteva ambire a qualcosa in più senza quel problema.

Kimi Raikkonen, Voto: 7

Non è stato affatto male il finlandese lo scorso pomeriggio. Partiva davvero arretrato e, complici forse anche i vari problemi degli altri, ha terminato il suo GP nuovamente a un passo dalla Top10.

Photo by Clive Rose via Getty Images

Mick Schumacher, Voto: 6,5

E’ riuscito ha tenersi dietro, oltre che il compagno di squadra come al solito, anche una Williams e questo va premiato. Quella stessa auto che ha concluso alle sue spalle, nelle mani di un altro pilota, avrebbe concluso tranquillamente in zona punti forse.

Nikita Mazepin, Voto: 5,5

Gara anonima. Si è sforzato di stare un po’ davanti a Schumacher ma invano.

George Russell, Voto: N.C.

Perché i pit stop storti (o più in generale i problemi) capitino sempre a Russell durante i suoi GP più grandiosi è una cosa che ancora tutti quanti stiamo cercando di comprendere. Perché uno poi si demoralizza.

Photo by Clive Mason via Getty Images

Gaïa Vanucci

Frequento il quinto anno di Liceo Scientifico e sono appassionata di Motorsport: principalmente qui parlo di Formula 1, di Formula 4 Italiana e di Formula Regional Asiatica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto