Formula 3
In Gara 3 all’Hungagoring la meglio la ha Hauger

In Gara 3 all’Hungagoring la meglio la ha Hauger

Dietro di Hauger seguono Leclerc e Doohan

Eccoci qui per il terzo e ultimo round del Gran Premio d’Ungheria, che vedrà Arthur Leclerc partire in pole position. In gara 2 (se non l’avete vista, leggete qui) ad avere la meglio è stata Matteo Nannini, che è riuscito ad ottenere la sua prima vittoria in Formula 3. Subito dietro Leclerc, Hauger e Doohan che potrebbero provare ad insidiare il pilota monegasco.

Chi l’avrà spuntata? Non ci resta che scoprirlo insieme!

leclerc hauger
@FIAFormula3

Il meteo in Ungheria è completamente stravolto rispetto a quello che abbiamo potuto osservare ieri. Le nuvole ricoprono il cielo e la pioggia inizia ad essere insistente, tanto che la FIA avverte che la gara avrà inizio con una rolling start (o partenza a rotazione). Una volta rientrata la Safety Car, i piloti possono finalmente partire e fin da subito Doohan e Schumacher lottano per la terza posizione, ma il tedesco della Trident esce fuori, rimanendo in quarta posizione. Martins finisce contro il muro, dopo un incidente con Rasmussen, ma riesce a rientrare e a tornare ai box, mentre la Safety Car è comunque mandata nuovamente in pista. Alla fine del terzo giro la Safety rientra e così si ha la seconda partenza lanciata. Caldwell e Iwasa lottano per l’ottava posizione, ma il pilota della Hitech perde il controllo della monoposto per pochi istanti, per fortuna senza conseguenze. Alla fine Caldwell va lungo e si tocca con Vesti, rientrando dietro Iwasa. Fittipaldi e Colombo in battaglia e ad avere la meglio è il brasiliano della Charouz. La pista inizia ad asciugarsi completamente e quindi i piloti iniziano a cercare la parte più bagnata della pista.

Hauger attacca Leclerc per la prima posizione, ma il monegasco lo stringe mantenendo la posizione. Negli specchietti si fa vedere anche Doohan, che spera di poter approfittare dell’errore di uno dei due Prema. Hauger, al nono giro, riesce a guadagnare la leadership, per poi fare il giro veloce in 1:52.952. Leclerc torna ad avvicinarsi ad Hauger, togliendogli anche il tempo più veloce, per poi vederselo sottrarre dallo stesso compagno di scuderia il giro successivo. Hauger e Doohan, i due contendenti al titolo, iniziano una lotta a suon di tempi veloci. Matteo Nannini rientra ai box per cambiare le gomme, ma il pit stop è molto lungo e finisce in 29esima posizione. Edgar rientra ai box, forse per un problema. Cordeel e Stanek si toccano e si girano e nello stesso punto della pista Toth finisce su Cohen, che si era girato. L’incidente sarebbe potuto essere molto più pericoloso senza la presenza dell’halo che ha impedito che la ruota della vettura di Toth potesse finire sulla testa dell’israeliano. Entra la Safety Car e la FIA avverte che le monoposto taglieranno il traguardo dietro di lei.

La gara si conclude con la vittoria di Hauger e Leclerc e Doohan rispettivamente in seconda e terza posizione.

leclerc hauger
@FIAFormula3

Queste le prime dodici posizioni (se volete leggere tutta la classifica, cliccate qui):

  1. Dennis Hauger (Prema Racing)

2. Arthur Leclerc (Prema Racing)

3. Jack Doohan (Trident)

4. David Schumacher (Trident)

5. Clement Novalak (Trident)

6. Alexsandr Smolyar (ART Grand Prix)

7. Frederik Vesti (ART Grand Prix)

8. Olli Caldwell (Prema Racing)

9. Enzo Fittipaldi (Charouz Racing System)

10. Logan Sargeant (Charouz Racing System)

11. Lorenzo Colombo (Campos Racing)

12. Ayumu Iwasa (Hitech Grand Prix)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.