Home » SuPREMAzia in Formula 3

SuPREMAzia in Formula 3

Quando il binomio team-pilota porta alla vittoria

Anno nuovo, vecchie abitudini.

Anche nel 2021 è la Prema Powerteam la vera protagonista del campionato piloti della stagione di Formula 3. Il successo di Dennis Hauger solamente una settimana fa sul circuito di Sochi, infatti, arricchisce una bacheca colma di trofei, titoli e traguardi conquistati con la passione e la determinazione che da anni animano la scuderia italiana.

Senza la possibilità di conoscere il futuro, il segreto della Prema è sempre stato armarsi dei migliori giovani talenti con cui costruirlo. La scalata verso il successo parte, infatti, dalla scelta dei protagonisti. Tra grandi scommesse e irremovibili certezze, essa è unita a un’accurata selezione delle figure che li affiancano dal momento in cui mettono piede in palestra a quello in cui infilano la balaclava, fino ad arrivare a quello più importante: l’entrata in scena sulla pista.

Solo così, negli ultimi 3 anni, è stato dominio puro.

2019: la costanza di Robert Shwartzman

Al primo anno del nuovo campionato di Formula 3, il pilota russo ha fin da subito dimostrato di poter ambire al titolo. La Prema, infatti, era rimasta incantata dalla sua bravura, nonostante la giovane età, e decise di prenderlo con sè per crescerlo come un figlio.

Robert mantenne la promessa fatta alla scuderia, raggiungendo l’obiettivo tanto sognato da tutti: in 8 round si laurea campione.

C’è chi aveva già intuito un possibile lieto fine della stagione di Robert alla prima gara a Barcellona, dove Shwartzman si era presentato sugli schermi di tutto il mondo con una pole position e una vittoria, consapevole della grande forza del suo team.

photo by Joe Portlock / LAT

C’è chi invece era dubbioso, pensando che il salto ad una competizione di così alto livello avrebbe complicato la situazione per il russo, che al primo anno in una nuova categoria aveva bisogno di acquisire esperienza. Ovviamente, quest’ultimi si sono ricreduti molto in fretta.

Robert colleziona la bellezza di 2 pole position, di cui una nell’ultimo round a casa sua in Russia, 3 vittorie e altri 7 podi, sinonimo di un eccezionale connubio tra team e pilota.

Robert, infatti, si è sempre sentito parte di una grande famiglia!

Lontano dalla sua terra e dai suoi affetti più cari, Shwartzman poteva contare sui suoi ingegneri, sui meccanici, sulla figura di Renè Rosin che l’ha preso sotto la sua ala e soprattutto sul team della Ferrari Driver Academy, sempre pronta a sostenere Robert nel viaggio che lo avrebbe portato al trionfo.

Come il team principal della Prema disse in un’intervista alla fine della stagione 2019 “Robert ha fatto un lavoro straordinario, adattandosi velocemente ad una nuova auto, una nuova categoria, ed un nuovo formato di competizione. Ha sempre avuto il supporto del team e anche nel momento in cui non è stato possibile vincere, ha sempre ottenuto punti e risultati ragguardevoli.”

Robert Shwartzman campione F3 2019 Prema
(Photo by Glenn Dunbar via Getty Images)
2020: la sorpresa di Oscar Piastri

Nell’anno delle incertezze, il campionato di Formula 3 è rimasto anch’esso in bilico fino alla fine.

La Prema compose un team di piloti che si contese il titolo a suon di vittorie, podi e soprattutto punti. Tra sfortunati momenti e meritati trionfi, in 9 round Piastri riesce incredibilmente a strappare la vittoria al suo compagno di scuderia, Logan Sargeant, vittima del destino che non l’ha proprio risparmiato.

Inoltre, il gap tra Oscar e il secondo in classifica, Theo Pourchaire della ART Grand Prix, è minimo. 3 soli punti a separare la gioia del trionfo dalla delusione della sconfitta. Sono bastate 2 vittorie e 4 podi stagionali per incoronare l’australiano al suo primo anno nella categoria, così come aveva fatto Robert Shwartzman proprio 12 mesi prima.

Oscar Piastri campione F3 2020 Prema
(Photo by Joe Portlock via Getty Images)

Il team principal della Prema ha speso parole al miele per Oscar dicendo che “non solo è un pilota di talento con eccezionali doti velocistiche, ma ha anche una chiara comprensione delle complessità degli sport motoristici di oggi ed è estremamente adattabile.”

Già dai test svolti sulla vettura di casa Prema nell’ottobre 2019 l’australiano della Alpine Academy (ex Renault) aveva impressionato la scuderia veneta, fino al punto che per Rosin e famiglia è stata una priorità portarlo nel proprio team. All’inizio del 2020 Oscar non vedeva l’ora di iniziare la sua avventura in Formula 3, pronto a imparare il più possibile anche dai suoi compagni. Quel che ancora non sapeva è che a fine anno sarebbe stato proprio lui a dare lezioni a tutti

2021: la certezza di Dennis Hauger

Per il detto “non c’è il due senza il tre“, il 2021 porta alla Prema il terzo grande successo in categoria.

Fin dall’inizio del campionato, il nome in cima alla lista dei papabili vincitori era solo uno: Dennis Hauger. Il norvegese classe 2003, infatti, ha creato il vuoto alle sue spalle con estrema facilità. Niente e nessuno sembravano poterlo battere una volta sceso in pista.

In 7 round Dennis ha portato a casa 3 pole position e 4 giri veloci, dimostrando che la qualifica e il giro secco sono i suoi grandi punti di forza, ma non è di certo finita qua…

Le 4 vittorie e gli ulteriori 5 podi completano una stagione da incorniciare per il pilota della Red Bull Junior Academy in forza alla Prema, a prova della spettacolarità della sua guida tra rimonte e sorpassi al limite.

(Photo by Alex Grimm via Getty Images)

A differenza dei suoi predecessori, Dennis trionfa al suo secondo anno nella categoria, complice una prima stagione in Formula 3 anonima e necessaria per acquisire esperienza. Una volta presa consapevolezza su come poter sfruttare al meglio il suo enorme talento, è stato un gioco da ragazzi. Infatti, Hauger non ha mai lasciato la testa della classifica dopo il primo round disputatosi a Barcellona.

Come ha ribadito il pilota norvegese “La costanza è stata la chiave del successo. Fin da subito c’è stata un’eccellente connessione con il team e devo ringraziare per questo tutte le persone coinvolte. Lavorare con la squadra, preparare le gare e viaggiare contemporaneamente è stato duro e difficile ma anche estremamente piacevole”.

Dennis Hauger campione F3 2021 Prema
(Photo by Alex Grimm via Getty Images)

Alessia Di Virgilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto