Formula 1
Le Pagelle: Gran Premio di Gran Bretagna

Le Pagelle: Gran Premio di Gran Bretagna

Gran prova per la Ferrari ma è non abbastanza. A vincere è Hamilton.

Quello dell’ultimo Gran Premio di Gran Bretagna è stato un weekend diverso dal solito sotto molti punti di vista. Primo fine settimana con qualifiche al venerdì e “sprint race” al sabato ma anche GP con anomala assenza di Verstappen non solo dal podio ma proprio dalla zona punti. Se ti sei perso questo caotico Gran Premio inglese puoi recuperare il nostro fantastico report o leggere i nostri giudizi.

Lewis Hamilton, Voto: 8,5

Nel suo GP di casa il pluricampione ha dominato come ai vecchi tempi. Mercedes ritrovata o ha semplicemente approfittato dei problemini avuti dalla RedBull? Questo poco conta, ha dimostrato di avere un ritmo da paura e la penalità di 10 secondi non l’ha certamente ostacolato o intimorito.

Valtteri Bottas, Voto: 6+

Il passo del compagno di squadra se lo sogna. Arriva a podio ma per pura fortuna. All’inizio viene sorpassato da Leclerc, dopo la bandiera rossa da Norris. Se non fosse stato per il ritiro di Verstappen e il pit lungo del giovane inglese della McLaren sarebbe solo un altro weekend da dimenticare.

Max Verstappen, Voto: N.C.

Prima della sua prematura conclusione del GP stava conducendo una signora gara. Ma dopo tutti gli attacchi da parte di Hamilton (da sempre parte integrante della rivalità fra campioni in Formula1) uscire illesi era un’impresa. Resta leader del mondiale e con ancora un po’ di punti di distacco.

verstappen gran bretagna
Photo by Dan Istitene via Getty Images

Sergio Pérez, Voto: 5–

Nessuna delle due RedBull a punti sembrava qualcosa di inverosimile fino a qualche GP fa ma invece è proprio ciò che è successo questa domenica. Il messicano infatti partiva dalla pitlane e sicuramente sarebbe riuscito ad arrivare a punti tanto era riuscito a recuperare. Peccato per la decisione della scuderia austriaca di fargli montare gomme nuove per togliere il punto addizionale del giro veloce a Hamilton per minimizzare i danni.

Lando Norris, Voto: 8-

Costante anche questa settimana Norris, forse oltre che all’ottimo quarto posto senza il problema al box sarebbe anche riuscito ad andare a podio davanti al suo pubblico. Risultato non scontato data la McLaren non in perfetta forma.

Daniel Ricciardo, Voto: 7-

Conclude quinto, senza i pit stop lungo di Sainz forse sesto. Meglio sicuramente dei primi gp disputati quest’anno ma ancora non abbastanza.

Lance Stroll, Voto: 8–

Partiva molto arretrato ma è riuscito a concludere davanti al compagno di squadra, a rimontare e anche a concludere a punti.

stroll bretagna
Photo by Joe Portlock via Getty Images

Sebastian Vettel, Voto: N.C.

Il suo fine settimana non stava andando così male ma da subito dopo la bandiera rossa tutto va a rotoli. Prima si gira e transita in ultima piazza, poi recupera solo qualche posizione ed infine è anche costretto a ritirarsi.

Esteban Ocon, Voto: 6

Gara anonima per il francese, che si riprende un po’ dalle ultime gare un po’ deludenti ma che comunque non porta a casa un risultato eccessivamente strabiliante. Conclude infatti nella medesima posizione di partenza.

Fernando Alonso, Voto: 7-

Fernando, anche grazie all’esperienza, è stato sicuramente uno dei pochi a beneficiare della presenza della qualifica sprint. E’ riuscito così a partire in settima piazza e, come il compagno di squadra, è anche la stessa posizione del finale di gara.

Charles Leclerc, Voto: 9

Diciamocelo, senza la bandiera rossa (e quindi senza la possibilità per Mercedes di riparare la vettura di Hamilton) probabilmente la vittoria sarebbe stata sua. Ma noi non siamo qui per giudicare ciò che non è successo. Leclerc è comunque stato strabiliante, soprattutto nella prima parte di gara con le gomme medie, nel superare entrambe le Mercedes e ad allungare il passo tenendole a lungo alle sue spalle. Dopo il pit non poteva però che accadere l’inevitabile.

leclerc gran
Photo by Bryn Lennon via Getty Images

Carlos Sainz Jr, Voto: 7,5

L’altrettanto bella gara del pilota spagnolo della Ferrari (che forse poteva puntare a un quarto posto per ridurre lo svantaggio con la McLaren) è stata purtroppo rovinata da un lunghissimo pit stop che ha portato Sainz alle spalle di Ricciardo ma anche dal passo non all’altezza del motore Mercedes con le gomme bianche.

Pierre Gasly, Voto: 5-

Cattiva strategia da parte dell’AlphaTauri che ha costretto il francese ha rientrare ai Box più del previsto o semplicemente weekend grigio per Gasly? Di sicuro non il suo migliore, conclude dietro a Tsunoda e fuori dalla Top10.

Yuki Tsunoda, Voto: 7+

Al contrario del compagno di scuderia quello del giapponese si può ritenere un buon risultato, soprattutto considerata la posizione da cui partiva domenica. Un punticino ma che per Yuki ha grande valore.

Kimi Raikkonen, Voto: 6+

Sarebbe forse riuscito ad andare a punti e nel complesso la sua gara non stava andando poi male. Peccato per il contatto finale con il messicano della RedBull. Termina quindicesimo.

Antonio Giovinazzi, Voto: 5

Gara non particolarmente interessante per l’italiano. Conclude davanti a Kimi ma solo perché il finlandese ha avuto problemi con Perez.

giovinazzi bretagna
Photo by Joe Portlock via Getty Images

Haas, Voto: 5/6

Come al solito la Haas porta a casa le ultime due posizioni ma stavolta a transitare per primo sul traguardo non è Mick Schumacher ma il russo Mazepin.

George Russell, Voto: 6–

I miracoli non si possono compiere tutti i giorni e Russell ne è la prova. Qualifiche incredibili il venerdì, sprint race discreta il sabato ma purtroppo altra gara fuori dai punti questa domenica. La ripartenza l’ha penalizzato molto, è lì che ha perso più posizioni.

Nicholas Latifi, Voto: 6+

Latifi (che conclude comunque alle spalle del compagno di squadra) riesce però a terminare la sua gara in quattordicesima piazza, davanti come al solito ai due piloti della Haas ma anche Perez e Raikkonen.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.