Home » Formula 2 » British GP | Gara 1 Formula 2

British GP | Gara 1 Formula 2

Vince Shwartzman, sul podio Vips e Lundgaard

La Formula 2 ritorna a Silverstone per il quarto round stagionale dopo più di un mese di pausa dalla tappa a Baku. Un ottimo modo per riprendere la stagione in uno dei circuiti più belli del mondo.

Soddisfatto di correre “in casa” è sicuramente Oscar Piastri: il pilota australiano vive da diversi anni in Inghilterra e ha il privilegio di poter dormire a casa e tornare la mattina al circuito. L’atmosfera di casa ha i suoi vantaggi e infatti ieri ha conquistato nella sessione di qualifiche la sua prima pole position in Formula 2.

Piastri partirà dalla prima casella domani mattina in Gara 3, mentre per la griglia invertita stamattina scatta dalla decima casella. A partire dalla reverse grid pole è Christian Lundgaard che dopo un paio di round complicati è alla ricerca di un riscatto. Lo seguono Vips e Nissany: il pilota estone viene da un round in cui ha fatto la storia a suon di record, mentre il pilota israeliano ha la possibilità di ottenere un buon risultato dopo un inizio di stagione discreto.

Ottima partenza per Robert Shwartzman che alla prima curva si mette davanti a tutti, dietro Vips e Lundgaard, che non ha sfruttato al meglio la pole. Nissany cerca di attaccare Lundgaard per la terza posizione, ma i due piloti hanno un piccolo contatto che porterà Nissany fuori pista. Contemporaneamente dietro Zhou fa un testa coda e la vettura resta al centro della pista. Entrambi i piloti devono ritirarsi e la gara viene fermata dalla prima safety car.

La partenza – From: @ Formula2 on Twitter

Alla ripartenza Piastri cerca di passare Lawson per la sesta posizione, si inserisce nella lotta anche Ticktum che ha un piccolo contatto con l’australiano. Lawson riesce a liberarsi di entrambi i piloti e mantenere la posizione.

Un altro incidente blocca la gara: Deledda ha un contatto con Sato, fa un testacoda e resta fermo al centro della pista. La seconda safety car della gara blocca di nuovo l’azione e Deledda è costretto al ritiro. Sato ritorna invece in pit-lane dove i meccanici impiegano diversi giri per sistemare la vettura. Il pilota giapponese ritorna in pista con un gap di quattro giri dal leader e una strategia del team discutibile, ma probabilmente con tanta voglia di concludere la gara.

Deledda fermo in pista – From: @ Formula2 on Twitter

Alla seconda ripartenza Piastri conquista la sesta posizione su Lawson, dietro si inserisce di nuovo Ticktum che cerca a sua volta di superare il neozelandese. L’attacco del pilota inglese su Lawson non arriva e i due manterrano le posizioni per tutto il resto della gara.

La gara viene interrotta per la terza volta: Samaia finisce nella ghiaia e alcuni piloti approfittano per fare il pit stop durante la terza safety car. In pit-lane avviene un episodio insolito per Jack Aitken: alla partenza dopo il pit stop la sua anteriore destra resta completamente bloccata. I meccanici riescono a sistemare e a farlo tornare in pista, ma l’accaduto è molto anomalo rispetto ai problemi classici dopo un pit stop.

Aitken fermo in pit lane – From: @ Formula2 on Twitter

La terza ripartenza ci regala poca azione. Dopo diversi giri Vershoor risale con l’obiettivo di conquistare la reverse grid pole per Gara 2: passa prima Beckmann e dopo un paio di tentativi anche il compagno di squadra Zendeli.

Dopo la ripartenza Piastri cerca di avvicinarsi a Pourchaire ma senza riuscirci. È invece il pilota francese a trovare un buon passo per avvicinarsi a Drugovich negli ultimi due giri. Non arriverà il tentativo di attacco dal pilota ART GP, quindi Drugovich si porta a casa la quarta posizione.

Robert Shwartzman trionfa in Gara 1 a Silverstone, conquistando la sua seconda vittoria stagionale dopo quella di Baku e la sesta vittoria in Formula 2. Sul podio con lui Vips e Lundgaard: il pilota danese mancava a podio dal round in Bahrain e quindi apprezzerà il risultato dopo le difficoltà avute nelle scorse tappe. Conquista all’ultimo il giro veloce Oscar Piastri: complice il ritiro di Zhou, l’australiano si mette in testa al campionato di Formula 2, ma è ancora tutto da scrivere nelle due gare successive.

Oggi pomeriggio scatta dalla pole position Vershoor, seguito da Armstrong e Ticktum. Come sempre qui a Multiformula vi aggiorneremo restate connessi!

Lucia Emilia Saugo

Studentessa al liceo scientifico, da sempre sogno di lavorare nel mondo del motorsport e Multiformula è la possibilità di raccontare a parole mie questa grande passione. Mi occupo principalmente di Formula 2 e Formula 3 e gestisco la rubrica dei record.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto