Home » Formula 2 » Formula 2: facciamo il punto sulla Feature Race

Formula 2: facciamo il punto sulla Feature Race

Per la Formula 2 la Feature Race termina con la vittoria di Piastri, seguito da Pourchaire e Daruvala

Dopo un intenso weekend sul bagnato, e una Gara 2 cancellata, finalmente la pioggia abbandona il circuito russo di Sochi e permette ai piloti di spingere le monoposto al massimo.

L’incidente avvenuto nella Sprint Race del giorno prima, tuttavia, non consente a Felipe Drugovich di prendere parte alla Feature Race e, per suo grande rammarico, si limita a osservare i colleghi dal box.

Lo show, però, non si ferma e i semafori si spengono: che la Feature Race abbia inizio!

La partenza

La Feature Race prende il via con un’ottima partenza di Oscar Piastri, al momento leader del campionato, seguito da Pourchaire e Boschung che approfittano della brutta partenza di Daruvala. La Carlin dell’indiano, partita seconda, scende infatti in quarta piazza.

Se davanti l’avvio è stato relativamente tranquillo, non si può dire lo stesso nelle retrovie dove Viscaal esce subito di pista in seguito a un contatto con Nissany, a cui verranno dati 5 secondi di penalità. Si tratta del secondo DNF per l’olandese in questo weekend.

Mediocre anche la partenza di Zhou, diretto rivale di Piastri nel campionato, che dalla quarta casella scende in ottava.

@Formula2 on Twitter

Tra scontri e sventure

La pista di Sochi non è famosa per avvincenti battaglie e sorpassi, soprattutto in condizioni di asciutto, eppure oggi la Formula 2 ci ha fatto ricredere!

Subito prende il via una dura contesa per la sesta posizione tra quattro piloti: primo Vips, seguito da Zhou, Lundgaard e Ticktum. Ad avere la meglio è l’UNI-Virtuosi di Zhou che sorpassa Lundgaard, e sulle sue orme anche Ticktum sopravanza Vips che sembra avere problemi alla monoposto. L’estone esce infatti dalla zona punti ed è costretto a fermarsi per un pit-stop che segna, però, la fine della sua corsa.

Nel frattempo Zhou completa il sorpasso su Hughes e Vershoor cerca di primeggiare su Lawson con una manovra dall’interno in curva 3, ma il neozelandese tiene la posizione.

Zhou, non accontentandosi, raggiunge Ticktum a pochi giri dal termine e otteniene una modesta sesta posizione.

Lotta contro il tempo

Durante il decimo giro Piastri, leader della corsa, effettua il pit-stop cedendo la prima piazza a Pourchaire che, una volta uscito anch’egli dal box, si trova davanti all’australiano. Con una semplice manovra e le gomme già in temperatura, però, Piastri riprende subito il comando della Feature Race.

Pourchaire, tuttavia, non ha intenzione di rendere vita facile a Piastri e, giro veloce dopo giro veloce, riesce ad accorciare la distanza di qualche decimo. L’australiano intanto supera Nissany, che deve ancora effettuare il cambio gomme, e lo mette al centro della sua battaglia contro Pourchaire, andando subito a ingaggiare Sato in terza posizione.

Al comando, nel frattempo, vi è ancora Samaia che viene rapidamente sorpassato da Piastri, che si riporta, dunque, in vetta alla corsa. Per disappunto di Pourchaire, bloccato nella sua scalata prima da Sato e poi da Samaia, i giri terminano e il francese conclude la Feature Race a due secondi di distacco da Piastri.

@Formula2 on Twitter

E la terza posizione?

Mentre Sato e Samaia si fermano per il pit e il distacco tra Piastri e Porchaire non accennava a diminuire, lo fa quello tra Daruvala e Boschung, per il momento saldo in terza posizione. Durante il ventiduesimo giro l’indiano riesce ad affiancarsi alla ART di Boschung, ma tuttavia non riesce a completare il sorpasso. A causa di un brusco bloccaggio, però, Boschung si gioca il podio e subito Daruvala lo infila, salendo in terza posizione. Anche Shwartzman, che dietro i due faceva da spettatore, supera lo svizzero, completando la corsa in quarta posizione davanti al suo pubblico di casa.

A due giri dal termine, poi, la gara di Boschung si interrompe a causa di un problema alla gomma anteriore sinistra.

Il podio

La Feature Race si conclude con il primo e meritato posto per Oscar Piastri, seguito da uno sconfitto Pourchaire e, infine, una terza posizione per Daruvala.

@Formula2 on Twitter

Ora, il campionato è ancora più aperto e la Formula 2 ci aspetta con altri due weekend intensi di gare dopo la pausa, a Jeddah e ad Abu Dhabi. Appuntamento con Multiformula nel pomeriggio con la gara di Formula 1!

Chiara Galati

Studentessa universitaria del primo anno di scienze della comunicazione presso Bologna e grandissima appassionata di Formula 1. Nel tempo libero amo scrivere e arricchirmi di conoscenze che riguardano il motorsport.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto