Home » Formula 1 » Monza: i 5 momenti chiave della Sprint Qualifying

Monza: i 5 momenti chiave della Sprint Qualifying

Dopo le qualifiche di ieri, le monoposto sono tornate a sfrecciare al Tempio della Velocità per la Sprint Qualifying, il nuovo format già proposto a Silverstone. Vediamo insieme quali sono stati i 5 momenti chiave di questo sabato pomeriggio a Monza.

Pole Bottas, ma domani Verstappen prenderà il suo posto

Valtteri Bottas stupisce: prima il super tempo del venerdì che gli concede la prima posizione, poi la conferma della pole il sabato con la nuova qualifica sprint. A tagliare il traguardo per secondo è stato Verstappen, guadagnando altri due punti su Hamilton.

Domani però sarà proprio l’olandese della Red Bull a scattare dalla prima casella: a causa della penalità inflittagli per il cambio della Power Unit, il finlandese è costretto a partire dall’ultima posizione della griglia. Si tratta della venticinquesima prima fila di Verstappen in carriera, che euguaglia Alberto Ascari, Jacky Ickx e Ronnie Peterson. Lui che, a Monza, non era mai riuscito a partire dalle prime due file.

Questa volta, in griglia di partenza, non ci sarà nessuna Mercedes accanto a lui, ma la macchina color papaya del suo ex compagno di squadra Daniel Ricciardo.

Ricciardo terzo: volano le McLaren!

Le McLaren di Ricciardo e Norris tagliano il traguardo rispettivamente al terzo e quarto posto, sfuggendo persino alla Mercedes di Hamilton. Una terza e quarta posizione che domani, sempre a causa della penalità di Bottas, si trasformeranno in un’ottimo secondo e terzo posto. Il team britannico non partiva dalla prima fila sul circuito brianzolo dal lontano 2012.

Magnifica prestazione quella di Ricciardo: ritorna in prima fila dal Gran Premio del Messico del 2018. Finalmente, dopo un inizio di stagione deludente, il pilota australiano sembra aver ritrovato se stesso, battendo addirittura il compagno di squadra (come già successo in Olanda e Belgio).

Riuscirà Daniel a mantenere la sua seconda posizione durante la gara di domani? Dietro di lui ci sarà il suo velocissimo compagno di squadra Norris e un determinato Lewis Hamilton che punta proprio al secondo posto.

L’ottava piazza di Giovinazzi

Nonostante il suo posto in Alfa Romeo per il 2022 sia ancora in dubbio, Antonio Giovinazzi non si fa influenzare dalle pressioni e tira fuori tutto il suo talento. Il pilota italiano si è classificato decimo nelle qualifiche del venerdì ed oggi è arrivato alla bandiera a scacchi ottavo. Una posizione sudata per Antonio, considerando che durante i diciotto giri della mini-gara ha dovuto tener testa alla Red Bull di Perez.

Anche in Olanda, nelle normali qualifiche del sabato, Giovinazzi era riuscito a qualificarsi settimo, tra le due Ferrari e le due Alpine. Un’ottima posizione che si è vanificata quando, nella gara della domenica, Antonio ha riportato una foratura ad una gomma. Che sia la volta buona per il giovane pilota italiano?

Brutta partenza per Hamilton, sfortunato Gasly

La Sprint Qualifying ci ha regalato sorprese già dal primo giro, anzi, dai primi metri: una partenza non buona fa scivolare Lewis Hamilton in quinta posizione. Il sette volte campione del mondo britannico, per tutta la gara, dopo un contatto, ha provato a superare la McLaren di Norris senza mai riuscirci sul serio. Ai microfoni di Sky Sport Italia, il pilota britannico dichiara che “domani sarà una vittoria facile per Max” mentre il suo obbiettivo è il secondo posto.

Red Bull Content Pool

Sfortunato invece Gasly: il pilota francese, dopo essere scattato dalla sesta posizione, ha fatto un brutto incidente a pochi metri dal via, andando a sbattere pesantemente contro le barriere. Per fortuna Pierre sta bene ma domani dovrà partire dalla pit-lane.

Jacobs protagonista delle qualifiche

Marcell Jacobs, l’uomo più veloce del mondo, è stato uno dei protagonisti indiscussi della Sprint Qualifying brianzola. Dopo aver simulato un piccolo scatto prima dell’inizio della mini gara, Jacobs, insieme al compagno di staffetta Lorenzo Patta, ha premiato i primi tre classificati con delle medaglie che ricordavano quelle olimpiche.

Ma gli ospiti speciali del Gran Premio d’Italia non finiscono qui: attesi domani anche il resto della staffetta d’oro olimpica e alcuni giocatori della Nazionale.

Giulia De Ieso

Studentessa al quarto anno di liceo classico e grande appassionata degli sport motoristici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto