Home » Formula 2 » Bahrain| Una Feature Race tra sorprese e colpi di scena

Bahrain| Una Feature Race tra sorprese e colpi di scena

Vince Pourchaire, seguono Lawson e Vips

Dopo la prima Sprint Race della stagione, in cui abbiamo visto vincere Verschoor, a partire in prima fila in questa Feature vi sono Jack Doohan e Théo Pourchaire, immediatamente seguiti da Jüri Vips e Logan Sargeant, nell’ordine con cui si sono qualificati.

Fin da subito si è dimostrata essere una gara ricca di colpi di scena, con Hauger che non è neppure riuscito a fare il giro di formazione per via di un problema ai propulsori, che lo ha costretto a partire dalla pit lane. Sicuramente non è stato l’unico episodio negativo per l’uscente campione di Formula 3, ma prima di arrivarci, scopriamo quali sono stati i momenti significativi, sia positivi che negativi, di questa gara!

Jüri Vips is on fire

Il pilota estone parte alla grandissima, portandosi subito in prima posizione, approfittando anche di un errore di Doohan alla partenza e inizia a macinare giri veloci su giri veloci. È fin da subito evidente che Vips abbia imparato dai propri errori e che sia maturato molto rispetto alla stagione precedente, tanto che non commette errori e riesce a mantenere perfettamente la sua posizione. Sebbene sia riuscito a perfezionare la sua guida, la sfortuna non sembra abbandonarlo. Quando, infatti, il pilota della Carlin rientra ai box, un problema nel cambio dell’anteriore sinistra lo costringe a scivolare in dodicesima posizione e a dover rimontare. Vips non sembra farselo ripetere due volte e, senza farsi condizionare al pensiero della possibile vittoria andata in fumo, riesce a riportare la sua monoposto sul podio, in terza posizione.

Vips
@Formula2 on Twitter
Ayumu Iwasa si riconferma

Qualcuno controlli la colazione di Iwasa di questa mattina, perché, insieme a Vips, è stato uno dei più inarrestabili di tutta la gara. Sebbene partisse in ultima posizione, il pilota della DAMS fa sorpassi su sorpassi, tanto da diventare il leader della corsa. Chiaramente, la situazione era destinata a cambiare per via dei pit stop, tanto che alla fine non è riuscito ad andare oltre la sedicesima piazza, ma, nonostante ciò, è riuscito a dare prova di un’ottima guida.

4
Qualcuno salvi il soldato Caldwell

Niente da fare per Caldwell, che oggi sembrava essere perseguitato dalla sfortuna Russell. Prima uno stop/go di 10 secondi perché non ha rispettato la sua posizione durante la Safety Car, poi altre due penalità per i track limits e, infine, come se tutto ciò non bastasse, un unsafe release per la gomma anteriore non montata bene. Insomma, giornata da dimenticare per il pilota della Campos Racing.

Gomme che saltano ovunque

Anno nuovo, vita nuova, ma non per le gomme. Non si è compreso per quale motivo, se per via degli avvitatori o per degli errori delle pit crews, ma oggi si sono viste tante gomme non fissate o addirittura volanti. Un esempio è stata la gomma di Hauger, che è letteralmente saltata mancando per poco due poveri steward che si trovavano nei paraggi, o ancora quella di Williams, che ha preso una strada separata rispetto al pilota che ha occupato la corsia dei box. Chiaramente ciò li ha costretti a ritirarsi. Lo stesso problema, come abbiamo detto, lo hanno avuto Caldwell, che per poco non portava con sé il braccio del povero meccanico, e Vips, che almeno non è stato rilasciato fin quando la gomma non è stata fissata.

La cosa interessante è che il problema ha riguardato solamente la gomma anteriore sinistra. È dunque da analizzare se questo è stato causato proprio dallo pneumatico o da altri fattori che sono, al momento, a noi sconosciuti.

Marcus Armstrong se la gode

Dopo essere stato colpito ieri da Hughes, oggi Armstrong ha deciso di proporre una strategia diversa dagli altri, che ha pagato. Partito con le soft e non con le hard, il pilota neozelandese è riuscito a salire in quinta posizione, portando a casa dei punti importanti.

Pourchaire si riscatta

Dopo il ritiro di ieri dovuto a cause maggiori, Pourchaire è riuscito a riscattarsi, vincendo la gara. Chiaramente, è stato aiutato anche dal problema avuto da Vips nei box, ma ciò non toglie che il pilota francese è riuscito a mantenere perfettamente la prima posizione, senza farsi coinvolgere dalla lotta tra Drugovich e Lawson, e senza farsi intimidire dal pilota della Carlin che ormai si stava avvicinando.

Vips
@Formula2 on Twitter

Si è concluso il primo week-end di Formula 2! Settimana prossima ci ritroveremo a Jeddah, ma prima di questa tappa, godiamoci la prima gara di Formula 1 questo pomeriggio, che potrete seguire qui con noi.

Aurora Loffredo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto